fbpx
28 Maggio 2019

«Sulla CamCom nessuna risposta ai nostri dubbi»

Catania. Controrisposta del Codacons al presidente della Camera di Commercio del Sud-Est Sicilia, Pietro Agen, che aveva replicato in maniera piccata allo stesso Codacons e all’ on. Stefania Prestigiacomo sui conti della “super Camcom” e sulle nomine alla Sac. L’ avv. Giovanni Petrone, presidente regionale del Codacons, rilancia sui conti dell’ ente camerale, parlando «di urgenza nella vendita dei “gioielli di famiglia” per far fronte ai debiti attuali e futuri». Quanto alle nomine della Sac «le irregolarità sono al momento solo presunte: alle nostre richieste di trasparenza, nessuno ha risposto, così come nessuno sembra aver visto i curricula dei candidati. A nessuno dei quesiti avanzati dal Codacons, nell’ esclusivo interesse degli utenti siciliani, è stata data ancora risposta – prosegue Petrone – . E ci preme precisare che, in quanto “ignoranti” (come ci ha definito Agen), non riusciamo a capire la necessità di alienare una società che viene definita in salute e produttiva di plusvalenza, se non c’ è rischio di dissesto. Tutte le iniziative del Codacons sono intraprese per garantire quella trasparenza che l’ associazione persegue per statuto, e per tutelare gli interessi di quella collettività in favore della quale Pietro Agen deve dare conto del proprio operato».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox