fbpx
13 Marzo 2015

Sul punto nascita chiuso il Cga accoglie l’ appello della Regione

Sul punto nascita chiuso il Cga accoglie l’ appello della Regione

Per il punto nascita chiuso, il Tar dà ragione al Comune e il Cga alla Regione. Al Consiglio di giustizia amministrativa di Palermo è stata depositata la sentenza in ordine al punto nascita di Lipari e ha accolto l’ appello della Regione che aveva contestato la decisione del Tar di Catania che aveva dato ragione al Comune di Lipari. Il Cga ha anche tenuto conto dell’ intervento effettuato da alcuni cittadini di Lipari (Silvia Carbone + 39), rappresentati dall’ avvocato Pao lo Intilisano del Codacons di Messina, teso a valorizzare la circostanza che l’ evento del parto costituisce una componente identitaria ed esistenziale della popolazione. Il Cga, però, pur ritenendo “del tutto comprensibile l’ aspirazione a vedere i propri figli nati sull’ Isola di Lipari e il disagio, personale e familiare, che può accompagnarsi alla programmazione del parto necessariamente in un posto diverso “ritiene che nel caso di specie tali esigenze – riconosciute anche dal Consiglio di Stato- siano recessi ve poiché – si afferma in sentenza – non sarebbe garantita la sicurezza del parto. La sentenza, però, lascia uno spiraglio: “Il che non toglie che, al mutare delle condizioni date, ossia potenziandosi le strutture sanitarie esistenti sull’ isola e quindi contemperando le aspirazione dei residenti con le esigenze di sicurezza, la scelta possa essere riveduta, sulla scorta della proposta, riferita più in generale alla situazione che accomuna tutte le isole minori, attualmente in discussione tra alcune regioni (e di cui la Sicilia è capofila) e i competenti ministeri, ma si tratta appunto di una prospettiva futura, che presuppone una valutazione di merito, e che esula dal presente giudizio”. (*BL*)
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox