16 Febbraio 2011

“Sul bus biglietti a 1.30 euro” la vendita “fuorilegge” del Codacons

"Sul bus biglietti a 1.30 euro" la vendita "fuorilegge" del Codacons
 

In tabaccheria costano 1.20 euro, a bordo 1.50. L’ aumento dei biglietti Atc continua a sollevare polemiche in città e ora il Codacons, appoggiato dal candidato sindaco Daniele Corticelli, di Bologna capitale, è pronto a una mossa fuorilegge: venderli sugli autobus a 1.30, ovvero dieci centesimi in più del prezzo del tabaccaio ma venti in meno di quanto costerebbero alla macchinetta. Quei dieci centesimi di sovrapprezzo-Codacons saranno dati in beneficenza, assicura l’ associazione. L’ iniziativa sarà portata avanti sulle linee principali di Atc e negli orari di punta, appunto "per dimostrare che il ricarico dei biglietti è ingiustificato- tuona Bruno Barbieri- soprattutto il 30% in più sul ticket comprato in autobus rispetto a quello venduto a terra". Secondo il Codacons il sovrapprezzo del tagliando acquistato a bordo è incomprensibile perché "Atc risparmia sulla quota da corrispondere ai tabaccai" e inoltre "non è possibile che il prezzo in più sia giustificato dalla manutenzione delle macchinette- accusa Barbieri- perché significa che in proporzione costa di più del personale, del carburante e della manutenzione generale del mezzo". Secondo Corticelli "é opportuna l’ iniziativa giuridica" del Codacons contro l’ aumento dei biglietti del bus, "c’ é uno spazio fondato per fare ricorso al Tar. L’ aumento è incomprensibile e non accettato dai cittadini, soprattutto la sperequazione" che riguarda il rincaro ancora maggiore per i ticket in vettura. Fino al 31 gennaio compreso i biglietti costavano 1 euro sia in tabaccheria sia all’ acquisto "last-minute" in vettura.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox