22 Giugno 2001

Subito su Internet anche versioni e problemi

La polemica sulla divulgazione delle tracce pochi minuti dopo l?inizio delle prove. Uno studente rivela al Codacons: «Ho copiato grazie al telefonino»

Subito su Internet anche versioni e problemi

Un sito denuncia: una valanga di messaggi inviati con telefonini e palmari durante le prove

ROMA – Ore 13.08. Ecco uno dei messaggi su Internet, mandato da una studentessa che si firma Vallefiore: «Ciao ragà, evviva la Rete! Dal ministero credevano di spiazzarci con Epitetto eh? Sarà paradossale, ma oggi alla versione di greco mi sono proprio divertita. Non sono masokista, è ke grazie ai suggerimenti sparsi qua e là per la Rete e una prof ke ha fatto resca ben bene è andato tutto ok». Messaggi Sms, via palmare o via cellulare, provenienti un pò da tutti gli istituti, a partire dalle 8.30 della mattina. I responsabili del sito “Studenti.it“ affermano di averne ricevuti a centinaia: maturandi che si sono collegati in rete, sin dall`entrata in classe e dopo la dettatura delle prove, per chiedere aiuto o trasmettere la tracce. Un vero e proprio flusso telematico, che ha attraversato l?Italia da Nord a Sud.

La talpa colpisce ancora. Dopo la fuga di notizie di mercoledì scorso, con l`apparizione delle tracce del tema di italiano in Internet dalle prime ore della mattina, anche la giornata di ieri, in cui i maturandi hanno affrontato il secondo scritto, è stata all`insegna della Rete. Diversa per ogni indirizzo, la seconda prova scritta ha visto i maturandi del classico alle prese con una versione dal greco di Epitteto, quelli dello scientifico con una prova di matematica, così gli studenti dell`Istituto magistrale. I candidati degli istituti tecnici si sono invece cimentati con economia aziendale e informatica, mentre quelli della maturità linguistica con la lingua straniera. Poco dopo le ore 9.00, però, quando si presume che la dettatura delle tracce sia ancora in corso o da poco terminata, sono apparse le prime indicazioni sull`autore e il titolo della versione di greco.

Il Codacons ha presentato una denuncia contro i pubblici ufficiali «responsabili della violazione della segretezza sui titoli delle prove». L`associazione chiede inoltre la ripetizione dell`esame e il sequestro delle pagine web. Intanto, continua la caccia alle talpe, responsabili della fuga di notizie. Il ministero dell`Istruzione ha annunciato un`indagine per fare chiarezza sulla vicenda. Intanto, uno studente, che si ha detto di chiamarsi Mario, ha chiamato il Codacons: «Grazie all`sms – racconta – ho potuto copiare il compito di greco». E ha spiegato come: «Alle 9,28 la commissione ci ha sequestrato i telefonini e ha dettato il titolo della prova, una versione di Epitteto». Ma il ragazzo in tasca aveva un altro apparecchio. E? andato al bagno e ha telefonato al cugino, che era sintonizzato con Internet. «Tramite il cellulare – continua il ragazzo – mi ha mandato una serie di messaggini con la traduzione». Per la seconda volta in due giorni, tuona il Codacons, «sono state violate le regole di segretezza degli esami». La versione dal greco assegnata è un brano di Epitteto (L`uomo cittadino del mondo). Il filosofo dello stoicismo ha messo in crisi non solo i ragazzi. Anche gli esperti hanno mosso delle critiche. Secondo la grecista Eva Cantarella, Epitteto è un autore «tardo e poco letto a scuola, per di più filosofo. È un autore che abitualmente non viene tradotto al liceo, non fa parte del percorso scolastico tradizionale. Il testo proposto, anche sintatticamente, è piuttosto complesso. Credo che gli studenti si siano trovati in difficoltà». E ora? Pausa per i ragazzi, mentre i professori correggono i compiti. Si riprende lunedì prossimo con il “quizzone“, giorno della terza prova scritta.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox