9 Dicembre 2006

`Striscia` in tribunale“ Il Codacons: “La cosa è sospetta“

AFFARI TUOI / LA POLEMICA Insinna: “Al prossimo attacco porterò `Striscia` in tribunale“ Il Codacons: “La cosa è sospetta“


Roma, 9 dicembre 2006 – “La prossima volta che mi tirano dentro per l`onestà e salta fuori ancora il mio nome, si va con gli avvocati“. Flavio Insinna, conduttore di `Affari tuoi`, avverte `Striscia la notizia`, che ieri è tornata ad accusare il programma di Raiuno di ingannare i telespettatori. “Mi si può dire cane, scarso. Ma non che non sono onesto – prosegue Insinna – Sono un uomo onesto, vengo da una famiglia onesta, non mi sono accorto di niente perché non c`è niente di cui accorgersi“. Rispondendo ai giornalisti nel corso di una conferenza stampa a viale Mazzini, convocata d`urgenza dai vertici di Raiuno e di Endemol (la casa produttrice del format), il conduttore, pur ammettendo “che il sentimento è di allegria, perché se non andassimo bene con gli ascolti non saremmo qui a difenderci“, precisa, tuttavia: “Non mi posso far tirare il fango addosso perché qualcuno non vuole che noi si vada bene“. Poi prosegue: “E` come il film `Un uomo tranquillo` con John Wayne. Sono tranquillo – assicura Insinna – finché non mi entri in giardino. Io faccio il mio dovere, poi la domenica vado in chiesa e se posso anche allo stadio. Credo si potrebbe lavorare in modo molto più sereno, ma ripeto – conclude – se salta ancora fuori il mio nome, ho una famiglia che si divide tra avvocati e medici, questi ultimi mi curano la febbre, gli altri cureranno la mia immagine“. – ENDEMOL: `Stiamo valutando un`azione legale` – STRISCIA: `Alla Rai sono nervosi`

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox