24 Febbraio 2015

STRISCE BLU: ILLEGITTIMA LA MULTA SE LA SOSTA SULLE STRISCE BLU SI E’ PROLUNGATA OLTRE L’ORARIO PRESTABILITO DAL TICKET DI PARCHEGGIO

    E’ ILLEGITTIMA LA MULTA PER VIOLAZIONE DELL’ART. 7 COMMA 15 C.D.S.
    (CODICE DELLA STRADA) SE LA SOSTA SULLE STRISCE BLU SI E’ PROLUNGATA OLTRE
    L’ORARIO PRESTABILITO DAL TICKET DI PARCHEGGIO 

    SE
    LA SOSTA VIENE EFFETTUATA OMETTENDO L’ACQUISTO DEL TICKET ORARIO DEVE
    NECESSARIAMENTE ESSERE APPLICATA LA SANZIONE, SE INVECE VIENE ACQUISTATO IL
    TICKET, MA LA SOSTA SI PROLUNGA OLTRE L’ORARIO DI COMPETENZA, NON SI DEVONO
    APPLICARE SANZIONI MA SI PUO’ PROCEDERE SOLO AL RECUPERO DELLE SOMME
    ULTERIORMENTE DOVUTE

    In tal senso si
    è espresso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con  parere del 22.3.2010 – prot. 25783
    chiarendo che:

    ·
    la sanzione di cui all’articolo 7, comma 15, codice della strada, si
    applica ne caso in cui la sosta sia vietata, ovvero limitata nel tempo o
    regolamentata secondo la categoria dei veicoli;

    ·
    qualora la sosta sia consentita senza limitazioni di tempo, ancorchè
    assoggettata a pagamento, non ricorrono le condizioni per l’applicazione della
    sanzione di cui al citato articolo 7, comma 15;

    ·
    se la sosta viene effettuata omettendo
    l’acquisto del ticket orario, si applica
    la sanzione di cui all’articolo 7, comma 14
    ;

    ·
    se viene acquistato il ticket ma la sosta
    si prolunga oltre l’orario, non si applicano sanzioni, ma si dà corso al
    recupero delle ulteriori somme dovute, maggiorate delle eventuali penali
    stabilite da apposito regolamento comunale, ai sensi dell’articolo 17, comma
    132, legge 127/97: non può essere applicata la sanzione di cui all’articolo 7,
    comma 15.

    Già in precedenza il Giudice di Pace di Lecce, con sentenza del 22.10.07  n. 4285,
    aveva accolto il ricorso proposto da un automobilista avverso una multa
    elevata da ausiliari del traffico del Comune di Lecce e relativa “alla
    sosta in area regolamentata con titolo di pagamento scaduto”.

    Ed infatti, con la sentenza in oggetto il Giudice di
    Pace ha statuito che “La sosta in
    area regolamentata con titolo di pagamento scaduto non costituisce autonoma
    fattispecie sanzionata dall’art. 7, comma 1, lett. f) del CdS (che sanziona la
    sosta effettuata senza titolo di pagamento nelle aree regolamentate)”.

    In particolare, per il Giudice di Pace, si
    era verificata soltanto la non conformità del corrispettivo pagato della sosta
    alle tariffe stabilite con deliberazione della Giunta comunale.

     Il Giudice di Pace di Lecce ha, quindi,
    ritenuto non sanzionabile la condotta di chi ha sostato in area regolamentata
    con titolo di pagamento scaduto poiché non prevista da nessuna norma del Codice
    della Strada.

    Pertanto,

    SE HAI RICEVUTO UNA MULTA PER SOSTA CON TITOLO DI PAGAMENTO SCADUTO
    PER VIOLAZIONE DELL’ART. 7 COMMA 15 C.D.S.

     

    ISCRIVITI
    AL CODACONS PER CHIEDERE L’ANNULLAMENTO DELLA MULTA ILLEGITTIMA E RICEVERAI AL
    TUO INDIRIZZO EMAIL IL RICORSO DA PRESENTARE AL PREFETTO

     

    Per aderire all’iniziativa,
    iscriviti al CODACONS al costo di 6,10 euro tramite il servizio in consumatori
    – class action (servizio a richiesta riservato ai maggiorenni) ed agisci per
    chiedere l’annullamento della multa

     

    CLICCA QUI per agire e chiedere
    l’annullamento della multa

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox