4 Agosto 2021

ANCHE TU HAI SUBITO IL MALFUNZIONAMENTO DEI TUOI SERVIZI DI RETE A SEGUITO DELL’INCENDIO DIVAMPATO NEL CAMPUS DI STRASBURGO DI OVH?

    AGISCI CON IL CODACONS PER TUTELARE I TUOI DIRITTI!

    Se fino a qualche anno fa i nostri dati e documenti venivano conservati in enormi faldoni cartacei che risultavano essere solo ingombrati e fastidiosi da conservare, con l’arrivo della nuova tecnologia si è provveduto a preservare gli stessi all’interno di archivi digitali ove l’utente può salvare gli stessi attraverso dei semplici passaggi sul portale online.

    Ebbene, al fine di eseguire tali operazioni di conservazione, l’utente è chiamato a scegliere la società che offra (secondo le proprie esigenze) un servizio adeguato.

    Ma cosa succede se il server sul quale conserviamo digitalmente i nostri dati e che ci fornisce i servizi di rete va distrutto? Che fine fanno gli stessi?

    I fatti

    Nella notte tra il 9 e il 10 marzo u.s. divampava un grande incendio che andava a colpire il campus di Strasburgo di Ovh ossia la principale fornitrice europea di infrastrutture cloud, causando importanti disagi a chiunque dipenda dall’azienda per i suoi servizi in rete. Ebbene, nonostante il tempestivo intervento da parte delle Autorità competenti che ha permesso di contenere i danni, uno dei data center ospitati nel campus è andato distrutto. Il danneggiamento del server sembrerebbe aver provocato il mancato raggiungimento di numerose pagine web ed il malfunzionamento dei servizi di rete dei clienti dell’azienda. Danneggiati quindi sono sia le aziende, clienti di Ohv, sia i professionisti, sia le Pubbliche Amministrazioni.

    Altresì, a seguito dell’incendio, numerosi risultano esser stati i disagi provocati anche nel Nostro Paese, difatti nei giorni seguenti alcuni dei maggior siti (specie per gli enti amministrativi e le maggiori aziende) risultavo essere offline e/o irraggiungibili.

    Non possiamo nascondere come un tale accaduto potrebbe aver comportato ingenti danni per tutti coloro che successivamente all’incendio han visto verificarsi dei malfunzionamenti (quale impossibilità d’accesso e/o temporaneo stato di offline) in capo al proprio cloud.

    I danni

    Ove i fatti esposti fossero confermati, Ohv risulterebbe responsabile di un grave inadempimento contrattuale nei confronti dei suoi clienti, i quali pertanto avrebbero diritto al risarcimento del relativo danno, non avendo garantito, nel caso di specie, la corretta conservazione dei dati e l’efficienza dei servizi di rete, entrambe obbligazioni tipiche del fornitore del cloud.

    La quantificazione dei danni, in tal caso, dipenderebbe di tipo di contratto stipulato e dal malfunzionamento subiti.

    L’azione del Codacons

    Il Codacons, in conseguenza dei fatti esposti, ha deciso di tutelare tutti i clienti di Ohv coinvolti nell’incendio, analizzando la posizione di tutti coloro che invieranno la documentazione richiesta, e, successivamente, in caso di prefattibiltà positiva, avviando un’azione stragiudiziale che prevede l’invio di una diffida legale collettiva per richiedere alla società inadempiente il risarcimento di tutti i danni subiti.

    Se anche tu sei un’azienda o un privato che ha subito il malfunzionamento dei servizi di rete forniti da Ohv puoi aderire all’azione del Codacons cliccando qui.

    Dopo aver compilato il form di preadesioni dovrai inviare all’indirizzo mail che ti sarà indicato i seguenti documenti:

    – copia del contratto della società Ohv;

    – eventuali documenti comprovanti il danno subito (esempio: foto del sito bloccato o altro).

    Nel caso di esito positivo della prefattibilità, sarai contattato per eventuale adesione all’azione stragiudiziale del Codacons alle condizioni che ti saranno comunicate.

     

     

     

     

     

     

        Previous Next
        Close
        Test Caption
        Test Description goes like this
        WordPress Lightbox