6 Dicembre 2018

Strada ghiacciata, repliche e polemiche «Dispiaciuti, ma c’ è una ditta incaricata»

Dopo le proteste degli automobilisti che martedì mattina sono usciti di strada lungo la provinciale 27 in località Boscaccia in territorio sondalino, subendo danni fisici come colpi di frusta, nonché alle auto, non mancano le reazioni. Il neo presidente della Provincia, Elio Moretti, ha espresso ieri la posizione dell’ ente che dirige: «Siamo dispiaciuti per i cittadini che hanno subito danni fisici e alle auto. La Provincia ha appaltato la manutenzione di tutte le strade di sua competenza, quindi l’ opera legata a neve e ghiaccio deve essere eseguita dalla ditta appaltatrice». Una strada alternativa Ieri mattina tutti gli automobilisti hanno proceduto con prudenza, c’ è chi ha preferito evitare Boscaccia transitando dalla galleria sulla statale 38 fra Grosio e Sondalo, che fortunatamente non evidenzia questi problemi. Intanto anche il Codacons si schiera con loro e vuole chiarezza su quanto accaduto martedì mattina dalle 6,30 in poi sul fondo ghiacciato dell’ asfalto che ha fatto perdere il controllo dei mezzi ai conducenti. «Chiediamo immediati controlli sulla strada incriminata. Faremo una diffida alla Provincia per omessa manutenzione e un esposto alla Procura delle Repubblica per accertare le responsabilità», afferma il Coordinamento delle associazioni per la difesa ambientale e dei diritti degli utenti e consumatori istituito nel 1986. Anche i consumatori cercano giustizia, proprio come i cinque conducenti che martedì mattina si stavano recando al lavoro e sono finiti contro un muretto o un guardrail, oppure quelli che concluso il turno di notte al posto di far rientro a casa sono finiti al pronto soccorso dell’ ospedale Morelli di Sondalo. I proprietari delle auto, tutti della zona che ben conoscono la strada, le sue insidie e non sono certamente degli sprovveduti, immediatamente avevano fatto sentire la loro voce di protesta non solo per il rimborso danni, ma per la rabbia di aver trovato una strada ghiacciata quando invece chi si occupa della manutenzione avrebbe potuto spargere sale, oppure sabbia che avrebbe consentito più tenuta alle auto sul ghiaccio. Tra gli sfortunati protagonisti degli incidenti avvenuti sempre lunedì ma nel Tiranese anche un ragazzo di 23 anni di Cologna, scontratosi con la sua auto contro un camion. Le sue condizioni ieri erano ancora gravi. Intervento e manutenzione L’ aspetto che ha fatto infuriare gli automobilisti è che dopo la pioggia di lunedì sera era prevedibile che la strada potesse ghiacciare, come accade in questo periodo dell’ anno, e chi poteva intervenire sarebbe dovuto essere quantomeno in preallerta. Invece alle 6,30 sulla strada il ghiaccio c’ era e non poco. Questa la posizione del Codacons: «È necessario appurare se possono emergere responsabilità della Provincia circa l’ omessa manutenzione del fondo stradale. Le basse temperature sono infatti abbastanza comuni nella zona e non possono essere causa di imprevisti ai quali la Provincia non è preparata».
paolo ghilotti

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox