18 Luglio 2003

«Stop alle licenze per fermare gli abusi»

Consumatori all?attacco

«Stop alle licenze per fermare gli abusi»


«E poi sostenevano che i nostri dati sui prezzi dell`ortofrutta non erano veri – dice Benedetto Di Meglio, presidente di Federconsumatori Campania, commentando i risultati delle ispezioni della Finanza – E il mercato impazzisce ogni giorno di più. In questo periodo consigliamo ai nostri associati di comprare meno e di comprare solo prodotti locali dopo aver verificato le etichette su provenienza e qualità. E poi vanno intensificati i controlli sull`esposizione dei cartellini dei prezzi. Le multe in questo campo sono salate». L`avvocato Giuseppe Ursini, vice presidente nazionale del Codacons sottolinea che vanno predisposti nuovi strumenti di legge per combattere questi aumenti indiscriminati, che superano ogni limite e che pesano tanto sui bilanci familiari. «Purtroppo, l`intervento della Finanza – sottolinea Ursini – non può andare al di là del controllo di carattere fiscale. E cioè della verifica della regolarità dello scontrino e di quant`altro attiene al sistema fiscale. Il mercato oggi è libero, e non esiste un sistema sanzionatorio contro chi aumenta illegittimamente i prezzi».
E allora? «Allora bisogna inventarsi dei nuovi strumenti, che tutelino i coinsumatori, altrimenti si resta in un vicolo cieco. Noi proponiamo di sospendere la licenza a chi specula sui prezzi. E se questo commerciante insiste, la licenza gli va revocata». Alfredo Capasso, presidente dell`Acusp, afferma che questa è la strada da seguire se si vuol combattere il fenomeno speculativo. «L`intervento della Guardia di Finanza è estremamente importante. Ma occorre insistere, insistere, insistere. E noi dell`Acusp siamo pronti a collaborare con i nostri Osservatori sui prezzi».


Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox