11 Maggio 2019

Stazione, aperto il parcheggione Primo giorno, ed è subito polemica

Sono 105 posti nuovi, appena realizzati. Una volta terminati i complessivi lavori di sistemazione dell’ area sosta saranno 230, praticamente il triplo rispetto a oggi. Da lunedì sono cambiate le abitudini dei pendolari che arrivano in auto in stazione a Lissone. Ha infatti i battenti il nuovo “parcheggione” accanto alla stazione, la parte di posteggio realizzata sull’ ex scalo ferroviario. Contemporaneamente, sempre da lunedì, è off-limits una parte dell’ attuale parcheggio pendolari, vicino alla Ciclostazione: partiranno qui una serie di lavori di restyling dell’ area, che alla fine porteranno a un aumento degli spazi di sosta rispetto a oggi. E non sono mancate le polemiche politiche, arricchite in settimana anche da un comunicato stampa del Codacons che annuncia un esposto alla Procura. Un intervento che non è affatto piaciuto al vice sindaco Marino Nava. Andiamo con ordine. Il nuovo “parcheggione” è a tutti gli effetti un ampliamento del posteggio fin qui esistente accanto alla ciclostazione: nelle scorse settimane sono stati completati gli interventi di asfaltatura, posa dell’ illuminazione pubblica, creazione della segnaletica stradale e da lunedì 6 maggio è stato ufficialmente aperto al pubblico. In questa prima fase i posti auto a disposizione dei pendolari saranno 105. Il parcheggio resterà, come già oggi, completamente gratuito, e una volta ultimato prevederà l’ uscita delle auto da via Perlasca. Lunedì, però, non sono mancate le polemiche politiche. Alcuni hanno lamentato il fatto che l’ amministrazione comunale non abbia informato della concomitante chiusura del posteggio antistante la Ciclofficina limitandosi ad annunciare l’ apertura del nuovo parcheggio. «Ma puoi pubblicizzare dappertutto l’ apertura del nuovo parcheggio senza specificare che quello vecchio resterà chiuso? Se voi con le vostre chiappe non vi spostate mai da Lissone, la gente che va a lavorare a Milano non può rischiare di perdere il treno perché avete dimenticato di avvisare a caratteri cubitali che sarà lasciato chiuso uno dei due parcheggi! Sono senza parole» commenta così con un post su Facebook il capogruppo di Forza Italia, Daniele Fossati. Anche Roberto Perego (Lissone in Movimento) evidenzia che alle «8.20 il parcheggione era pieno e che sul posto non vi fosse «nessuna pattuglia della Polizia municipale» aggiungendo che «c’ era gente che per non perdere il treno apriva le barriere ed entrava nel parcheggio della ciclofficina». Polemiche cui ha replicato, sempre su Facebook, il comandante della Polizia Locale di Lissone, Ferdinando Longobardo. «Questa mattina (lunedì 6 maggio) i cittadini sono entrati nel parcheggio nuovo senza alcuna difficoltà, tanto è vero che tutti i veicoli hanno occupato gli spazi disponibili; nessun veicolo ha forzato le transenne che delimitavano l’ area precedentemente in uso, infatti l’ unico veicolo tutt’ ora presente è in sosta da venerdì mattina; la pattuglia della polizia locale in servizio questa mattina alle ore 7.45 è stata inviata davanti alle scuole per fare entrare i bambini, in quanto si riteneva più importante tutelare l’ incolumità dei bambini piuttosto che indicare ad un cittadino che per parcheggiare doveva andare diritto». Il Codacons, intanto, annuncia «esposto in Procura per i gravi disagi» «Sono stupito -dice Nava- non capisco come possa esprimersi così senza verificare la realtà».
elisabetta pioltelli

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox