fbpx
26 Marzo 2013

Stato e famiglia stringono la cinghia

Stato e famiglia stringono la cinghia

 

OGGI ‘risparmiare’ è il pensiero più ricorrente che assale le famiglie: si cerca di acquistare un prodotto che abbia il prezzo inferiore rispetto ad un altro per poter disporre di qualcosa in più da spendere in seguito. Si cercano di soddisfare i bisogni primari come il cibo e la salute, mentre si rinuncia al superfluo. Così, nella società attuale, si stanno riscoprendo i valori di una volta. Pochi anni fa , le ricorrenze festive come il Natale o la Pasqua erano considerate feste consumistiche: oggi , invece, è diminuita del 17% la spesa per colombe e uova di Pasqua. Secondo il Codacons, per il Natale scorso sono stati spesi 36.8 miliardi di euro equivalente al 3% in meno rispetto al 2011. Anche lo Stato da due anni ha intrapreso il sentiero dell’ austerità riducendo di molto i capitali per scuola, giustizia, enti locali e sanità: è la spending-review. Osservando questi dati, si può affermare che il risparmio ha cambiato sì il nostro tenore di vita in negativo, ma allo stesso tempo ci fa capire che solo grazie al sacrificio di tutti noi, insieme, l’ Italia potrà oltrepassare questo momento economico difficile.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox