fbpx
21 Dicembre 2010

Stangata sugli Ncc; via libera agli aumenti taxi

Via libera, almeno temporaneo, agli aumenti tariffari dei taxi. Il disco verde arriva dal Tar che ha respinto la richiesta di sospensiva della delibera presentata dal Codacons. Per un sì definitivo bisognerà attendere le motivazioni del Tar e il secondo ricorso pendente presentato dall’associazione Codici.
Intanto è guerra contro gli abusivi. I carabinieri della Compagnia Aeroporti di Roma, nel corso di una serie di controlli attuati nei due principali scali aeroportuali romani, di Fiumicino e Ciampino, hanno arrestato 6 cittadini stranieri che stavano per imbarcarsi sugli aeromobili con documenti falsi/contraffatti, hanno elevato 52 violazioni alle ordinanze Enac e 31 contravvenzioni per violazione al codice della strada nel corso di specifici controlli per contrastare qualsiasi forma di abusivismo negli aeroporti dove transitano quotidianamente centinaia di migliaia di passeggeri. Soprattutto per scoraggiare il fenomeno dei tassisti e conducenti Ncc abusivi, i carabinieri hanno da tempo attuato presso l’Aeroporto di Fiumicino, un dispositivo, basato sull’osservazione delle metodiche adottate dai trasgressori e pertanto hanno in più circostanze e non ultimo in questo periodo Natalizio, predisponendo specifici servizi finalizzati a normalizzare tali attività di auto di piazza nei luoghi di arrivo e di partenza dei viaggiatori. Le irregolarità riscontrate sono riconducibili ad alcune condotte che violano le norme previste dal Codice della strada, dal codice penale, dalle ordinanze Enac e dal Codice della navigazione. In particolare sono state contestate 52 violazioni all’ordinanza 11 del Direttore dell’Aeroporto Roma Fiumicino, dell’importo di 2064 euro ciascuna, contestate a N.C.C. Che operano in Aeroporto,  per aver procacciato clienti in arrivo presso le sale dei Terminal 1 e 3.

Presso l’Aeroporto di Ciampino, invece, dove sono concentrate la maggior parte delle Compagnie Aeree Low Cost, e dove giornalmente transitano circa 15 mila passeggeri, alcuni dei quali comunitari ed extracomunitari che tentano di imbarcarsi con documenti italiani o stranieri falsi/contraffatti. Il dispositivo di indagine attuato, basato sul monitoraggio delle aree di check-in e dei percorsi obbligatori per limbarco, ha consentito ai Carabinieri di bloccarne ed arrestarne 6. Si tratta, come detto, di cittadini extracomunitari che tentavano di imbarcarsi su voli in partenza per le principali capitali europee con documenti fasulli.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox