14 giugno 2018

STADIO DELLA ROMA: CHIEDI IL RISARCIMENTO DEI DANNI SUBITI!

Nove arresti (sei in carcere, tre ai domiciliari) in un’inchiesta sul nuovo stadio dell’AS Roma. L’Associazione mette a disposizione degli appassionati e dei tifosi gratuitamente la nomina di persona offesa, necessaria per chiedere il risarcimento dei danni subiti.

I FATTI

Nove persone (leggi l’ordinanza completa) sono state arrestate dai carabinieri con l’accusa di “associazione a delinquere finalizzata alla commissione di condotte corruttive e di una serie di reati contro la pubblica amministrazione nell’ambito delle procedure connesse alla realizzazione del nuovo stadio della Roma”: tra tangenti camuffate da assunzioni di figli e consulenze liquidate con fatture fasulle, è emerso infatti un “modello di corruzione sistemica” concepito per aggirare la macchina burocratica per la costruzione del Nuovo Stadio della Roma. Parnasi, in particolare, avrebbe operato su più livelli per “addolcire” l’iter legato alla costruzione dell’impianto. L’operazione è denominata “Rinascimento”, e il procuratore Ielo ha confermato che “l’AS Roma non c’entra nulla con tutta questa vicenda”. Anche Cantone ha riconosciuto come “il contesto che emerge” sia “preoccupante”.

ARRESTI E REATI CONTESTATI

Parnasi con altri cinque manager del suo gruppo imprenditoriale sono finiti in carcere, mentre sono scattati i domiciliari per l’ex assessore del Lazio Michele Civita, Partito democratico, il vicepresidente del Consiglio regionale Adriano Palozzi, Forza Italia, e il superconsulente Lanzalone, soprannominato da Parnasi “Wolf”. Nei loro confronti sono ipotizzati, a vario titolo, i reati di associazione per delinquere, corruzione, falsa fatturazione, traffico di influenze e finanziamento illecito. In tutto gli indagati sono 24.

L’INIZIATIVA CODACONS

I fatti emersi dall’indagine della magistratura aprono ora un quadro del tutto nuovo che da un lato impedisce la realizzazione dello Stadio, dall’altro apre la porta ai risarcimenti in favore dei tifosi, parte danneggiata dall’intera vicenda. Questi, infatti, acquistano i biglietti e/o abbonamenti per seguire la propria squadra del cuore e per partecipare a quello che hanno sempre creduto essere uno spettacolo sano e di aggregazione, ovvero acquistano le partite trasmesse sul piccolo schermo tramite pay-tv, e per seguire la proprio squadra del cuore investono in termini di tempo, energie e, soprattutto, denaro. Tutte ragioni che spiegano la loro legittima delusione, e il desiderio di essere risarciti.

PER ADERIRE

L’Associazione, di fronte al quadro emerso in queste ore, ha deciso di intervenire chiedendo lo stop alla realizzazione dell’impianto e lanciando un’azione risarcitoria in favore dei tifosi della Roma, che potranno presentare la nomina di persona offesa e chiedere i danni ai responsabili di illeciti, in relazione alle irregolarità che saranno accertate e che abbiano prodotto un danno alla squadra.

L’invio della nomina di persona offesa alla Procura rappresenta infatti un passo indispensabile per essere riconosciuti soggetti lesi dai reati che saranno accertati dalla magistratura, e per avanzare richiesta di indennizzo nei confronti dei responsabili.

Per aderire all’iniziativa e scaricare gratis la nomina di persona offesa clicca qui.


È possibile ottenere ulteriori informazioni riguardo l’iniziativa contattando il Numero Unico Codacons 892.007 (qui i costi): gli operatori dell’Associazione forniranno ogni elemento utile per approfondire la vicenda legale e forniranno la loro consulenza ai cittadini interessati.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this