28 Agosto 2021

STADIO FLAMINIO: MENTRE I POLITICI CHIACCHIERANO CODACONS FA I FATTI

    DIFFIDA CONSEGNATA ALLA RAGGI DALL’UFFICIALE GIUDIZIARIO: SE ENTRO IL 25 SETTEMBRE NON INIZIERANNO I LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA E RECUPERO DELL’OPERA SCATTERÀ LA RICHIESTA AL TAR DI NOMINARE UN COMMISSARIO AD ACTA AL POSTO DELLA SINDACA

    Mentre la politica si limita alle parole, o al massimo alle promesse, il Codacons predilige i fatti e contro il degrado che attanaglia lo Stadio Flaminio di Roma ha presentato una formale diffida alla sindaca Virginia Raggi, consegnata nei giorni scorsi dall’ufficiale giudiziario: se entro il 25 settembre non saranno avviati i lavori per bonificare l’area e restituire dignità all’importante struttura scatterà la richiesta al TAR di nominare un commissario ad acta al posto della sindaca.
    Lo Stadio Flaminio versa oramai da mesi in condizione di totale abbandono, con rami caduti, verde incolto dentro e fuori lo stadio, vetri rotti, fili elettrici divelti e scoperti, scritte vandaliche in ogni parte, ascensori fuori uso, porte rotte. Tutto ciò nonostante Roma Capitale abbia per legge l’obbligo di provvedere alla manutenzione e prevenzione dell’impianto che, ricordiamo, è stato riconosciuto bene di interesse culturale storico, artistico ed archeologico e porta la firma di un grande architetto come Pier Luigi Nervi.
    Proprio per obbligare l’amministrazione comunale ad attivarsi per bonificare l’area dello Stadio e garantire la manutenzione dell’impianto, il Codacons ha presentato una formale diffida alla sindaca Raggi in cui si chiede di provvedere alla conservazione, prevenzione e manutenzione dello Stadio Flaminio soprattutto ai sensi degli artt. 29 e 30 del D.lgs. n. 42/2004 nonché ai sensi della L. N. 10/2013, e a rimuovere sporcizia e sterpaglie che hanno investito e continuano ad investire lo Stadio Flaminio costantemente.
    Con l’avvertimento che, in caso di inadempimento nel termine di giorni 30 – e quindi, entro il 25 settembre 2021 – il Codacons si rivolgerà al Tar chiedendo la nomina di un commissario ad acta che si sostituisca all’amministrazione capitolina nella gestione dello Stadio Flaminio.

        Previous Next
        Close
        Test Caption
        Test Description goes like this
        WordPress Lightbox