23 Settembre 2019

Spray urticante in discoteca, 4 feriti

milano fuggi fuggi alle due e mezza del mattino dalla discoteca hollywood due contusi e due intossicati. sfiorata una tragedia come quella di corinaldo
Erano le due e trenta di sabato quando, all’ interno della discoteca “Hollywood” di Milano, si è sfiorata la tragedia. Due sconosciuti hanno spruzzato spray al peperoncino, generando panico tra i presenti. Il bilancio è di quattro feriti, due contusi e due intossicati. Mentre la folla di avventori veniva diligentemente fatta uscire dal locale, si materializzava lo spettro della strage di Corinaldo, datata 8 dicembre 2018. In quella occasione una banda di rapinatori aveva spruzzato spray al peperoncino all’ interno della discoteca “Lanterna azzurra”, dove 1.400 persone aspettavano di assistere al concerto di Sfera Ebbasta. La confusione e il fuggi -fuggi causarono la morte di cinque adolescenti e di una sesta vittima, la madre di una undicenne fan del rapper. I feriti furono 120. Milano, Corinaldo, ma anche Torino, dove il 3 giugno 2017, in piazza San Carlo, altri balordi spruzzarono lo spray urticante provocando la morte di due donne e il ferimento di 1.500 persone. Quella di sabato poteva essere la data di una terza strage. Erano passate le due del mattino quando un cliente si è avvicinato ad una guardia della “security” affermando di aver sentito un odore sgradevole nell’ aria, l’ odore tipico dello spray anti -aggressione. L’ allarme è stato lanciato immediatamente. I vertici della discoteca hanno attuato tutte le misu re di sicurezza necessarie: hanno acceso le luci, spento la musica, fatto uscire tutti. Sul posto sono arrivati carabinieri, vigili del fuoco e tre ambulanze. Una giovane di 21 anni si è fatta male a un fianco durante la fase di evacuazione del locale, mentre un marocchino di 18 è stato Caos e paura A sinistra soccorritori fuori dalla «Lanterna Azzurra» di Corinaldo, sopra la discoteca Hollywood di Milano trasportato in ospedale, ma solo perché rimasto coinvolto in una rissa avvenuta all’ esterno della discoteca. La serata, iniziata in maniera glamour, con l’ avvenimento denominato “Exclusive”, organizzato in occasione della “Milan Fashion week”, si è chiusa con un bilancio di quattro feriti ed una indagine in pieno svolgimento. I militari dell’ Arma hanno rinvenuto, sul pavimento della discoteca, modeste tracce di spray al peperoncino. Controllando i video registrati dalle telecamere di sorveglianza, hanno individuato gli autori del gesto. Due ragazzi che, subito prima dell’ allarme lanciato, entrano nel locale, uscendone immediatamente dopo in maniera furtiva. Non sarà impresa ardua rintracciare i responsabili dell’ accaduto, che ri schiano grosso, almeno in termini teorici. Il Codacons ha chiesto che «venga limitata la vendita di questi spray». Se l’ episodio milanese si è consumato nel giro di 60 minuti (alle 3 e 30 era tutto finito), quella di Corinaldo è stata una sera lunga di lacrime e dolore, che ha portato al recente arresto dei presunti responsabili: sette individui (italiani e stranieri) che di mestiere facevano i rapinatori seriali, approfittando della confusione generata dallo spray per derubare il malcapitato di turno. In quel caso, tuttavia, lo stratagemma de generò. 1.400 fra adolescenti e adulti aspettavano di assistere al concerto del rapper Sfera Ebbasta nella discoteca situata al centro del paese che ha dato i natali a Santa Maria Goretti. Qualcuno spruzzò lo spray incriminato. Tutti uscirono dal retro: la balaustra posta sulla rampa di emergenza cedette sotto il peso della gente. Sei clienti morirono per asfissia e schiacciamento: cinque di esse avevano un’ età compresa frai 14e i 16 anni. Sette persone (organizzatori del concerto e titolari del locale) vennero indagate in relazione alla fuga precipitosa. Il 3 agosto scorso, infine, la banda ritenuta responsabile dell’ accaduto è stata arrestata. L’ accusa? Omicidio preterintenzionale. La tragedia di piazza San Carlo a Torino si verificò invece due anni fa durante la proiezione della partita di Champions League tra Juven tus e Real Madrid. Adipi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox