8 Ottobre 2021

ACCESSIBILITÀ, INTEGRAZIONE, LOTTA ALLA DISCRIMINAZIONE, TUTELA DEI DIRITTI: SPORTELLO PERSONE FRAGILI A TUA DISPOSIZIONE!

    A disposizione delle persone fragili, come le persone con disabilità e gli anziani,  uno staff specializzato per rispondere ad ogni dubbio, ricevere segnalazioni e fornire consulenza sui temi dell’accessibilità, dell’integrazione, della lotta alla discriminazione, della tutela dei diritti delle persone fragili

    Il progetto “Sportello persone fragili” è mirato ad offrire ai disabili, agli anziani e a tutti i cittadini informazioni e consulenze sui temi della disabilità e della fragilità, ed in particolare sui diritti dei disabili e delle persone fragili, sui servizi agli stessi dedicati, sulle iniziative di sensibilizzazione e integrazione sociale.

    In particolare, per quanto riguarda gli anziani, lo Sportello intende fornire un sostegno agli ospiti delle Rsa, categoria particolarmente fragile e duramente colpita dalla pandemia da Coronavirus. È purtroppo noto, infatti, come  la crisi sanitaria relativa al Covid – 19 abbia determinato un importante problema organizzativo nella gestione delle Strutture per anziani, costringendole, per un lungo periodo, a vietare l’accesso in struttura alle famiglie. I pazienti delle Rsa sono così rimasti per lungo tempo in uno stato di isolamento, ed in alcuni casi le famiglie hanno sofferto una mancanza di notizie riguardo ai loro cari.

    Lo Sportello, dunque, è stato istituito dal Dipartimento disabilità del Codacons, la struttura dell’associazione che si occupa dei diritti dei disabili e delle persone fragili – coordinata dal prof Antonio Guidi, specialista in neuropsichiatria – facendo proprio e promuovendo il principio di uguaglianza tra i cittadini sancito dall’art. 3 della Costituzione. La disabilità e la fragilità non sono, e non devono essere, un limite, ma al contrario una risorsa: la diversità di ogni essere umano è una condizione normale, e costituisce quindi un patrimonio unico di conoscenza ed esperienza.

    La legge 104/1992, art. 1 comma 1 lett. a) e b) stabilisce a chiare lettere che “La Repubblica  a) garantisce il pieno rispetto della dignità umana e i diritti di libertà e di autonomia della persona handicappata e ne promuove la piena integrazione nella famiglia, nella scuola, nel lavoro e nella società; b) previene e rimuove le condizioni invalidanti che impediscono lo sviluppo della persona umana, il raggiungimento della massima autonomia possibile e la partecipazione della persona handicappata alla vita della collettività, nonché la realizzazione dei diritti civili, politici e patrimoniali”. Analogamente, all’art. 26 comma 1 è stabilito che  “le regioni disciplinano le modalità con le quali i comuni dispongono gli interventi per consentire alle persone handicappate la possibilità di muoversi liberamente sul territorio.

    La legge 1 marzo 2006, n. 67, “Misure per la tutela giudiziaria delle persone con disabilità vittime di discriminazioni”, cristallizza l’intenzione dell’ordinamento di stabilire un espresso divieto di ogni pratica discriminatoria in pregiudizio delle persone con disabilità (art. 2), da intendersi come qualsiasi comportamento che, di fatto, ponga i disabili in una condizione di esclusione ed emarginazione rispetto al contesto in cui agiscono.

    Lo sportello del Codacons vuole fornire un aiuto concreto nell’attuazione di questi principi, aiuto che si affianca alle tante iniziative dell’associazione sul tema, dalla sensibilizzazione, alle indagini sulle barriere architettoniche, che hanno visto nel 2018 un capillare controllo dei negozi del centro di Roma per verificarne l’accessibilità, alle battaglie legali, come quella relativa alla lotta alle buche e al dissesto del manto stradale di Roma Capitale, che costituiscono limitazione al diritto alla circolazione delle persone. Aiuto che si estende alla tutela di tutte le persone con fragilità, nella consapevolezza che molteplici sono le realtà che richiedono un intervento, e che anche gli anziani costituiscono una risorsa a cui non si deve per alcun motivo rinunciare.

    Uno sportello pensato nell’ottica del dialogo e dello scambio, per una proficua collaborazione che valorizzi il ruolo e le opportunità delle persone fragili nella società.

    E’ attiva, dunque, una mail dedicata allo sportello,  alla quale è possibile inviare segnalazioni sul tema della fragilità, domande e quesiti, alle quali provvederà a rispondere un pool di esperti della materia.

    Ove il problema posto abbia natura legale, la consulenza sarà assegnata ad un avvocato specializzato.

    I cittadini possono contattare lo Sportello Persone Fragili all’indirizzo email sportellofragili@codacons.org.

     

        Previous Next
        Close
        Test Caption
        Test Description goes like this
        WordPress Lightbox