fbpx
2 Gennaio 2011

Sportello del Cittadino in dieci mesi 9.000 contatti

Da quando è stato istituito nel marzo scorso, allo Sportello del cittadino, situato a piano terra di Palazzo Pallavicini, si sono rivolti 9 mila utenti. I servizi in funzione riguardano lo sportello immigrati (con la presenza di una mediatrice culturale), sportello consumatori (Adiconsum, Lo sportello del cittadino a Novi Ligure- Adoc, Federconsumatori, Codacons), consulenza A.T.C. (agenzia territoriale per la casa) , assistenza sociale (C.S.P.), sportello Europa (info e assistenza bandi Unione Europea), sportello inquilini (Sunia) e Pari Opportunità. Sono circa 9 mila gli utenti nei primi dieci mesi di attività. Tenendo conto di un calo fisiologico nei mesi estivi, la media di accessi mensile è stata di circa mille utenti, con punte registrate in aprile (1237) e settembre (1285). Le maggiori affluenze hanno coinciso con particolari scadenze, ad esempio le domande per i bonus energia o case popolari. Molto interessanti i dati delle segnalazioni raccolte: da marzo alla fine di dicembre le richieste di interventi sono 1615 e riguardano per la maggior parte la manutenzione della città (illuminazione, viabilità, verde pubblico). Le segnalazioni di competenza dell’ Ufficio Tecnico ammontano a 1297; di queste, ben 977 (oltre il 75%) hanno trovato una soluzione e sono state archiviate. «Alcune segnalazioni non sono state evase – sottolinea il sindaco Lorenzo Robbiano – perché hanno riguardato magari altri uffici o enti, quindi lo Sportello non ha potuto fare altro che dirottare il cittadino nell’ ufficio giusto. Oppure altre segnalazioni prevedono investimenti pubblici notevoli e pertanto non è stato possibile trovare una soluzione immediata. Comunque il fatto che ben 9 mila persone si siano rivolte a questo servizio significa che l’ amministrazione comunale ha saputo intercettare un’ esigenza sentita da parte della popolazione». Aggiunge Robbiano: «Dimostrazione che lo Sportello sia necessario ed importante è il fatto che altri Comuni ci hanno chiesto informazioni per poter aprire uffici analoghi in altri paesi del circondario». In totale le segnalazioni chiuse alla fine dell’ anno sono 1211, circa il 75% di tutte quelle pervenute. «Per il cittadino poter avere la possibilità di ottenere informazioni puntuali senza dover girare tra gli uffici prima di poter trovare quello giusto – continua Robbiano – è importantissimo. In questo modo si rende anche più accessibile la "macchina comunale" che non deve essere un’ entità lontana ma il luogo dove trovare risposte».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox