28 Febbraio 2020

Sportello anti-debiti Incontri sul territorio

La crisi economica o particolari eventi personali che travolgono l’ esistenza, possono creare l’ impossibilità di pagare i debiti accumulati e gettare il cittadino sul baratro della disperazione, in balia di usurai e a rischio di suicidio. Per affrontare questi casi è stata varata la legge 3/2012, nota anche come «salva suicidi»: permette dei percorsi di esdebitamento e la possibilità per famiglie e piccole aziende (che non rientrano nella legge fallimentare) di «ripartire da zero». Nella scia della sua applicazione, da quasi tre mesi in Valle d’ Aosta è attivo l’ Organismo di conciliazione della crisi (Occ), una sorta di gestore dei casi critici di indebitamento in cui le persone da una parte non hanno realistiche possibilità di onorare i debiti e dall’ altra si dimostrano meritevoli di accedere alla procedura che, con piani personalizzati, permetterà di uscire dal pantano. Le opzioni sono un piano di rientro, un accordo o una liquidazione. A gestire le pratiche è lo Sportello orientamento sociale (Sos), organismo abilitato dal ministero della Giustizia, con sede presso il Codacons in via Abbé Gorret ad Aosta (il numero dedicato è il 329-0656025). «Siamo in stretta collaborazione con i servizi sociali, il Celva, l’ associazione di Torino La Scialuppa, che si occupa di sovraindebitamento, e l’ associazione valdostana “Mi ripiglio” che si occupa di ludopatia e azzardopatia. Questi due ultimi aspetti, riconosciuti come dipendenza, costituiscono criterio per accedere al servizio» spiega l’ avvocato Francesco Casile, referente per lo Sportello. Casile raccoglie e compone la pratica (costa 250-300 euro) che poi sarà valutata da un esterno, un gestore della crisi, e se il tribunale la omologherà diventerà vincolante per tutte le parti coinvolte. «Dall’ apertura, senza neanche “pubblicizzarla”, sono già arrivati 10 casi – racconta Casile -. Ritengo sia un numero importante per la regione, che fa riflettere. Adesso bisogna informare i cittadini». A questo scopo, insieme al Codacons, sono in programma sei incontri (sempre alle 21) in tutta la Valle per illustrare alla popolazione la procedura di esdebitazione. Il primo è stato al Csv di Aosta, oggi tocca a Nus (via Aosta 13), il 6 marzo a Morgex (piazza principe Tomaso), il 13 a Saint-Pierre (loc. Tache 1), il 27 a Verrès (via Caduti della libertà 20), il 3 aprile a Pont-Saint-Martin (via Chanoux 122). F. S. EPA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox