15 Agosto 2011

Spiagge del litorale prese d’ assalto E la movida s’ accende in riva al mare

Spiagge del litorale prese d’ assalto E la movida s’ accende in riva al mare
 

Ogni Ferragosto che si rispetti non può prescindere da una scampagnata fuoriporta o da una gita – dalla mattina alla sera – al mare. E infatti, per chi le ferie estive le ha già finite, l’ unica illusione di essere ancora in vacanza sta nello sdraiarsi sulla sabbia rovente e nel lasciarsi cullare dalle onde del mare di Fregene, Ostia, del Circeo. E così oggi le spiagge del litorale romano e laziale verranno letteralmente prese d’ assalto. Da chi avrà la pazienza di mettersi in macchina e rimanere incolonnato sulla Colombo o sull’ Aurelia, ma anche da chi approfitterà del potenziamento dei mezzi pubblici in direzione Ostia-Castel Fusano (ovvero delle linee 07, 062 e 070). Per la verità, però, la prima corsa all’ arenile c’ è già stata la scorsa notte quando i giovani (e anche i meno giovani) si sono radunati per il tradizionale falò di mezzanotte o per le feste organizzate dai singoli stabilimenti, come ad esempio il «Flower power party» del Singita, al villaggio dei Pescatori di Fregene. Appuntamenti notturni che hanno costretto agli straordinari carabinieri e polizia, dal momento che hanno dovuto sorvegliare in modo speciale spiagge e litorale, proprio come previsto dal piano sicurezza messo a punto dalla Questura e dal comando provinciale dell’ Arma. Dopo la nottata di festeggiamenti, una splendida giornata di relax, complici anche quello che le previsioni meteorologiche danno come un «sole pieno» e temperature massime intorno ai 33 gradi. Ideali per un ultimo ritocco dell’ abbronzatura, che stava rischiando di svanire. Così, tra cocomerate in spiaggia, venditori di grattachecche, giochi in acqua, pranzi a base di pesce negli stabilimenti balneari e musica dal vivo che in filodiffusione arriva fin sotto l’ ombrellone, ecco spuntare dalle dune anche i cani bagnino, a Castel Porziano o a Civitavecchia (si tratta delle unità cinofile della sezione Tirreno della Scuola italiana di salvataggio del Comune e della Provincia di Roma) che vigileranno sui bagnanti. E per chi poi, al rientro, rimarrà imbottigliato negli ingorghi che si creeranno, una sola consolazione: a chi doveva raggiungere lidi più esclusivi e più soleggiati, in questo Ferragosto 2011, non è andata granché meglio. I passeggeri del volo Blu express Roma Fiumicino-Santorini si sono visti rimandare più volte il decollo fino alla tanto agognata partenza avvenuta ieri mattina alle 3,20. Per loro, il Codacons chiederà un «danno da vacanza rovinata, stress e disagi subiti» pari a 2.500 euro a persona. Cla. Sa.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox