2 Aprile 2020

Speciale Accordi&Disaccordi (Nove), Travaglio: “Codacons contro la raccolta fondi di Fedez e Ferragni? Persa occasione di tacere”

“Hanno perso un occasione per stare zitti”. Così Marco Travaglio , nel suo intervento durante lo ‘Speciale Accordi&Disaccordi’ , condotto da Andrea Scanzi e Luca Sommi ha commentato il comportamento del Codacons , l’ associazione di consumatori presieduta da Carlo Rienzi, nei confronti della raccolta fondi lanciata dal rapper milanese Fedez e da sua moglie, l’ influencer Chiara Ferragni che hanno raccolto più di quattro milioni di euro per creare un reparto di terapia intensiva all’ Ospedale San Raffaele di Milano. E’ subentrato il Codacons che si è messo a polemizzare per una questione burocratica . “Intanto l’ ampliamento dei posti di terapia intensiva al San Raffaele grazie alle donazioni raccolte da Fedez, Ferragni e tutti coloro che li hanno seguiti equivale esattamente al numero di posti letto che ci saranno nel momento dell’ inaugurazione del ‘mega ospedalone’ miracoloso di Bertolaso – ha premesso il direttore de Il Fatto Quotidiano – Però loro non hanno fatto inaugurazioni, sono stati più sobri e meno propagandistici”, ha detto in riferimento all’ evento di inaugurazione del nuovo reparto di terapia intensiva alla Fiera di Milano , presieduto dal presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, che ha suscitato non poche polemiche anche per il numero di persone presenti. “Questi del Codacons sono incredibili: hanno cercato di delegittimare quella raccolta di fondi e poi, però, si è scoperto che il Codacons fa raccolte di soldi e nel suo sito c’ è scritto: ‘Coronavirus, dona al Codacons’. Ma il Codacons mica fa gli ospedali Secondo me è quanto meno opinabile mettere la parola ‘Coronavirus’ per incentivare la gente a donare a un’ associazione di consumatori che contro il Coronavirus non ha poteri . Hanno perso un occasione per stare zitti”, ha concluso il giornalista.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox