12 Marzo 2020

«Sparate a sindaco, prefetto e operatori commerciali»

Indagini sono state avviate dalla polizia postale di Catania dopo la pubblicazione di un post su Facebook in cui è scritto “spara al prefetto, al sindaco, mitraglia gli operatori”, con riferimento alla pulizia dei mercati storici della città ed in relazione all’ emergenza sanitaria del coronavirus. Una relazione sulle indagini sarà consegnata alla Procura per i provvedimenti del caso. Il post è stato pubblicato in merito alla nota questione dei mercati all’ aperto che ancora era no aperti nonostante l’ emergenza per l’ epidemia.In una nota congiunta il presidente del consiglio comunale Giuseppe Castiglione, i due vicepresidenti Carmelo Nicotra e Lanfranco Zappalà e i capigruppo, hanno espresso a nome di tutti l’ assemblea «piena solidarietà al sindaco Salvo Pogliese, al prefetto Claudio Sammartino e agli operatori commerciali per le inaccettabili parole di istigazione alla violenza utilizzate su Facebook nei loro confronti”. Vicinanza al sindaco e al prefetto è stata espressa anche da tutta la Giunta.Analoga solidarietà è stata espressa agli operatori commerciali anche loro vittime del post.Anche il Codacons esprime solidarietà al Sindaco e al Prefetto di Catania «oggetto di pesanti minacce di morte sul . Si tratta di episodi pericolosissimi perché istigano alla violenza».«il Codacons ha espressamente chiesto alla polizia postale e alla magistratura di fare piena luce sul post per individuare i responsabili che in questo momento di forte tensione potrebbero influenzare con i loro scritti persone che hanno una mente debole.G. B.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox