26 Agosto 2015

S.Oronzo, giù il sipario tra fuochi, teatro e il “Giro di Banda”

S.Oronzo, giù il sipario tra fuochi, teatro e il “Giro di Banda”

• Secondo giorno di festa quello di ieri, tra controlli, passeggiate tra le bancarelle, acquisti, il concerto di Bandadria tica e chiusura delle strade. La città si appresta a chiudere anche il capitolo Sant’ Oronzo, oggi con il gran finale in musica affidato al sound di Cesare Dell’ Anna e del suo Giro di Banda e allo spettacolo pirotecnico che si ammirerà questa sera nel cielo leccese. I fuochi saranno sparati, come al solito, nella zona Stadio dopo la mezzanotte. Tutto sembra essere andato per il meglio, anche il piano traffico che quest’ anno ha visto l’ allargamento della zona pedonale chiudendo l’ accesso alla città già a partire dalle circonvallazioni e consentendo il parcheggio sulle corsie preferenziali dei viali. Una scelta che sembra essere piaciuta a chi ha passeggiato tranquillamente per le strade del centro raggiungendo l’ area della festa con le bancarelle. Una scelta che invece non ha incontrato il gradimento del Codacons, associazione dei consumatori che ha parlato piuttosto di «desolante assenza di programmazione da parte della città che, ancora una volta, ha subito scelte amministrative sbagliate e prive di programmazione». «Passeggiare lunedì per Piazza Mazzini era puro sconforto, dava il senso di una decadenza che non pare avere fine – tuonano dal Codacons -. Una incomprensibile ed inqualificabile incapacità amministrativa che si declinava nei negozi completamente vuoti, nella totale mancanza di una luci na a dare il senso della festa; non un evento o una manifestazione a dare lustro al cuore commerciale delle città, neanche il più remoto tentativo di coinvolgere la Piazza all’ interno dell’ evento finale e più importante dell’ estate leccese». Insomma per i consumatori la chiusura del centro dev’ essere accompagnata da programmazione, potenziamento di parcheggi pubblici e privati, da «un’ adeguata gestione del traffico e potenziamento dei servizi alternativi». «Quello a cui abbiamo assistito ieri era ben altro, era la cronaca di una morte annunciata, era la cronaca di scelte politiche fatte non per la città, non per i Santi Patroni ma per chiudere definitivamente qualsiasi discussione in merito alla viabilità intorno a Piazza Mazzini ed alla sua futura possibile pedonalizzazio ne». Soddisfatto invece dei controlli anche l’ assessore alle Politiche Ambientali Andrea Guido in merito ai controlli e al servizio di pulizia messo in campo da Ispettori Ambientali e ditta Monteco. «La città è pulita, abbiamo fatto lavare tutte le strade interessate dalla festa, piazza Sant’ Oronzo e lunedì anche il percorso della processione. La mattina mi sto recando personalmente a controllare che tutto sia svolto nel miglio re dei modi». Infatti, per consentire a commercianti e ambulanti che tutto funzioni al meglio Monteco, nei giorni della festa, ha potenziato il servizio raccolta e messo a disposizione 50 contenitori per il conferimento dei rifiuti lungo le strade interessate alla festa. I carrellati si trovano in: via Trinchese incrocio via XXV Luglio, via Costa incrocio via XXV Luglio, via Costa incrocio via San Francesco D’ Assisi, via Trinchese incrocio via Cavallotti, viale Marconi incrocio viale Lo Rè, via Trinchese incrocio via Augusto Imperatore e poi in Piazza Libertini, Porta San Biagio e Porta Napoli. Gli Ecoinformatori presiederanno le postazioni suddette, contraddistinte dalla presenza della palina informative e indirizzeranno i visitatori ad usare correttamente i contenitori in maniera differenziata; informeranno i bancarellisti che sosteranno nei giorni della festa, della corretta gestione dei pro pri rifiuti prodotti, consegnando loro materiale informativo e attrezzature (nella fattispecie le buste), con l’ obiettivo di promuovere una gestione sostenibile dei rifiuti durante la festa. E dunque oggi calerà il sipario sull’ edizione 2015 della festa dei Santi Oronzo, Giusto e Fortunato i cui eventi si sono svolti in sordina senza alcuna presentazione o manifesto che annunciasse gli appuntamenti che, quindi, sono arrivati a sorpresa per i cittadini. A scatola chiusa. E questa sera si chiuderà anche la quattro giorni di eventi ospitata presso il “Mercatino delle Etnie” su viale Aldo Moro. Protagonista sarà l’ evento “Note e Profumi d’ Oriente”, che prevede musica dal vivo con degustazioni tipiche, cerimonie tradizionali, spettacoli folkloristici, medicine naturali, concerti, danze, e arti marziali. Resta ancora aperta la mostra fotografica permanente sui bambini della Tanzania, con proiezioni di filmati sull’ attuale situazione economico finanziaria del paese. Questa sera alle 21, il teatro romano, invece, l’ associazione culturale teatrale “Mario Perrotta” presenta la commedia “La notte te San Giuanni” di William Fiorentino. Regia di Oronzino Invitto. Iniziativa organizzata dai gruppi teatrali che ci faranno carico di tutte le spese della manifestazione quale regalo ai leccesi ed ai turisti per far trascorrere loro le festività nella più efficace forma della leccesità: il teatro dialettale. È festa anche nelle periferie, nel quartiere Rudiae, rione San Pio, dove chiesetta Balsamo sarà luogo di animazione, balli e festa con la partecipazione del cantante Antonio Sta race, i maestri Francesco e Serena della scuola di ballo New evolution dance e i cantanti Mary e Demmy.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox