10 Gennaio 2020

«Sono stati venduti agli Arrivi»È il sindaco a svelare il mistero

lotteriaintanto il monopolio conferma la regolarità dell’ estrazione
FERNO Mistero svelato: i tre biglietti vincenti della Lotteria Italia sono stati venduti a Malpensa. Lo conferma il sindaco Filippo Gesualdi. Mentre dal’ Agenzia delle Dogane e del Monopolio arriva un’ altra conferma, la più attesa dopo l’ istanza presentata dal Codacons: l’ estrazione è stata regolare. E ciò vale per tutti i premi, compresi i tre biglietti acquistati su territorio di Ferno che hanno creato un caso nazionale. «Ho compiuto mercoledì un sopralluogo in aeroporto», spiega il primo cittadino. «Abbiamo fatto le dovute verifiche con il responsabile della gestione delle edicole. È stato appurato con certezza che i tre biglietti vincenti da 20mila euro ciascuno sono stati venduti all’ Edicola Hudson al piano Arrivi del Terminal 1 di Malpensa». Dunque, trova conferma quello che si diceva da subito in paese tra le rivendite di piazza Dante, via Roma e via Trento, ovvero che la serie extrafortunata P con i tre tagliandi 474343, 474346 e 474348 è stata venduta al T1 che si trova appunto sul territorio di Ferno. Proprio una di quelle edicole visitate da Prealpina nella mattinata di mercoledì con i proprietari che, hanno fatto gli gnorri, e hanno finto di negare un’ evidenza che però poco dopo si è scoperta. Bisogna anche dire che Hudson ha ben otto punti vendita in aeroporto e che questi sono dislocati sia in zona Arrivi sia in zona Partenza e soprattutto che cinque si trovano nell’ area degli imbarchi. Insomma, un mistero si è risolto. Ma la vicenda dei tre biglietti in serie fa ancora parlare tutto il paese. Non si sa se sia uno o più di uno il vincitore e soprattutto quando siano stati acquistati, se si pensa che le vendite sono iniziate in ottobre quando si era ancora nel pieno del Bridge. Nel frattempo c’ è una prima risposta al Codacons. Che mercoledì, tramite il presidente Carlo Rienzi, ha presentato istanza ufficiale di sospensione delle vincite alla Guardia di finanza. Proprio per il clamore suscitato dalla coincidenza sia della serie (sono tutti P) sia della vicinanza dei numeri di matricola. Ebbene, l’ Agenzia delle Dogane e del Monopolio nel tardo pomeriggio ieri ha diramato la seguente nota: «Dopo un attento e ripetuto esame si è potuta rilevare la regolarità della procedura». Sotto esame è finita «la registrazione video relativa alle estrazioni dei premi di prima, seconda e terza categoria della Lotteria Italia 2019, che si sono tenute il 6 gennaio». In qualsiasi caso Gesualdi guarda alla vicenda con positività. «Io prendo con simpatia e filosofia essere agli onori della cronaca per un caso eccezionale», afferma. «È un buon auspicio per la comunità. Il Codacons è un’ autorevole e importantissimo organo di controllo, ritengo sia stata giusta e doverosa la richiesta dei necessari accertamenti e chiarimenti su quanto accaduto, mentre ritengo quelli della blogger Selvaggia Lucarelli solamente pettegolezzi inutili». Inoltre: «Potremmo addirittura finire nel Guinness dei primati». Anche perché, obiettivamente, sarebbe un record quasi impossibile da battere.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox