20 gennaio 2018

Software, test da rifare Il gip mantiene i periti

Emissioni «addomesticate» da un software in grado di migliorare le prestazioni delle auto del gruppo Volkswagen che montano il motore EA 189: il test verrà rifatto utilizzando un’ altra Tiguan e ad effettuarlo, con le forme dell’ incidente probatorio, saranno i due ingegneri del Politecnico di Torino ai quali il gip aveva già conferito l’ incarico di eseguire le prove non solo in laboratorio ma anche su strada e per questo era stata individuata la pista del Nardò Technical center (uno dei più vasti ed estesi del mondo).Dieselgate e polemiche, o meglio le proteste sollevate dalle parti offese (le associazioni Codacons, Adusbef e Federconsumatori) che in dicembre avevano avanzato perplessità sulla correttezza dell’ operato dei due esperti e avevano non solo chiesto l’ annullamento della prova (effettuata senza la presenza dei loro consulenti) ma anche la ricusazione dei due ingegneri.Frode in commercio la contestazione mossa dal pm Marco Zenatelli ai vertici italiani del colosso tedesco poichè, stando all’ ipotesi accusatoria, in fase di omologazione (effettuata con l’ auto montata sui rulli) il software «riconosceva» che il mezzo non era su strada e minimizzava i consumi e le emissioni, cosa che non accadeva una volta uscito dal laboratorio.Otto i modelli di auto finiti sotto lente (Touran 1.6 e Tiguan 2.0 tdi di Volkswagen, Alhambra 2.0, Ibiza Sc 1.2 e Altea XL 1.6 di Seat, Yeti 1.6 Tdi di Skoda, l’ A4 avant 2.0 di Audi e il Caddy 4 1.6) che presentavano valori delle emissioni NOx superiori a quelli previsti dalla normativa per la classe di inquinamento Euro 5. Nel 2016 vennero sequestrati circa 30 veicoli (attualmente custoditi a Ispra) mentre l’ incidente probatorio era stato svolto su una Tiguan. Due i quesiti: stabilire se i valori degli inquinanti, prima e dopo le modifiche, siano diversi e se differiscano dai dati di omologazione indicati da Volkswagen, e inoltre esaminare le differenze nelle auto esaminate. Il calendario era stato comunicato a tutti, la prima prova era di domenica, gli altri consulenti avevano contattato gli esperti e partecipato al test, quelli delle associazioni di consumatori non avevano ricevuto comunicazione. Da qui la richiesta di sostituire i periti. Respinta. Si ripete il test su un’ altra auto. F.M.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this