14 Maggio 2002

Snai paga anche le puntate su Barrichello

SI CORRE AI RIPARI PER PLACARE L?IRA DEGLI SCOMMETTITORI
Snai paga anche le puntate su Barrichello

Scommettitori infuriati e delusi e associazioni dei consumatori all?attacco. Ma lo Snai, la holding che gestisce più del 75 per cento del mercato delle scommesse sportive, è corso subito ai ripari. Per il gran premio d`Austria pagherà due scommesse vincenti: sia quelle effettuate su Schumacher che quelle effettuate su Barrichello. Contestualmente Snai propone al governo la modifica dell`attuale regolamento. Per le scommesse sulle gare di automobilismo e motociclismo si chiede di mutuare il regolamento esistente per le corse dei cavalli, dove se corrono due o più cavalli appartenenti alla stessa scuderia, la quota è una sola. E si riscuote sempre, se uno dei cavalli legati da rapporto di scuderia taglia per primo il traguardo. Natralmente la quota di Scumacher-Barrichello, se verrà approvata la variazione al regolamento, diventerà molto poco remunerativa.
Perchè Snai ha preso una decisione che non ha precedenti? Un po? per placare le polemiche che avrebbero potuto avere come conseguenza la sospensione dell?accettazione delle scommesse sul circus, un po? perchè pagare due vincenti, tuttosommato, è una bella pubblicità a costi relativamente bassi, considerato che l?automoblismo raccoglie un volume di scommesse nettamente inferiore a quello del calcio. Le altre holding non hanno, per ora, imitato lo Snai e pagheranno solo le bollette con Schumacher vincente. C?è da precisare che gli scommettitori potranno ritirare le vincite presso le agenzie dove hanno scommesso, sarà poi Snai Spa a rimborsare il gestore.
Lo decisione dello Snai era stata preceduta da quella della società svedese Svenska Spel che pure aveva annunciato di pagare due vincenti, sospendendo però le scommesse sulla Formula Uno. La Svenska Spel aveva accettato puntate su Schumacher a 2,26 e su Barrichello a 3,10.
Intanto il Codacons che già domenica aveva annunciato un esposto alla Procura della Repubblica di Roma per frode sportiva, ieri ha chiesto il sequestro del montepremi delle scommesse sul gran premio e sulla schedina Formula 101 invitando «Snai e Sisal, i monopoli di stato e il ministero delle Finanze a sospendere il pagamento dei premi. Qualora le società effettuassero i pagamenti correrebbero il rischio di concorrere nel reato di frode in competizione sportiva». Secondo l`associazione, gli scommettitori potranno denunciare la Ferrari e chiedere il risarcimento dei danni compilando un modulo a disposizione sul sito www.codacons.it.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox