10 Febbraio 2011

Smog, Podestà convoca i sindaci “Targhe alterne in tutta la provincia”

Il numero uno di Palazzo Isimbardi propone il provvedimento "perché lo riteniamo l’unico elemento che possa dare un risultato nell’immediato". De Corato è contrario: "Non portano alcun beneficio"
 

Circolazione a targhe alterne in tutta la provincia di Milano, capoluogo compreso, come soluzione tampone per contrastare la cappa dello smog, a partire da lunedì prossimo.
E’ questa la proposta che il presidente della Provincia di Milano, Guido Podestà, ha avanzato alla riunione di tutti gli amministratori dell’ area metropolitana convocato a Palazzo Isimbardi per concordare misure comuni contro l’ inquinamento.
"Non escludiamo il ricorso alle targhe alterne – ha affermato Podestà – perché lo riteniamo l’ unico elemento che possa dare un risultato nell’ immediato.
Siamo consapevoli che si tratta di un intervento traumatico e ci rendiamo conto dei disagi, ma il diritto alla salute è uno dei diritti che sta più a cuore ai cittadini".
Podestà ha voluto precisare che la sua proposta non è un’ imposizione e sarà adottata solo se raccoglierà il consenso degli amministratori seduti al tavolo anti-smog da lui stesso convocato.
Per l’ Unione del commercio, rappresentata da Simonpaolo Buongiardino la proposta è "digeribile" a patto che scongiuri una volta per tutte il ricorso alle domeniche a piedi.
Anche il Codacons è favorevole alle targhe alterne, tanto che il presidente Marco Donzelli ha affidato alla figlia dodicenne Greta il compito di lanciare un appello a favore della circolazione a giorni alternati.
"Siamo disponibili a tutte le misure per far fronte all’ emergenza smog – ha affermato il sindaco di Sesto San Giovanni, Giorgio Oldrini – a patto che siano condivise da tutti".
Assolutamente contrario, invece, il vicesindaco di Milano, Riccardo De Corato: "Non mi pare che in passato abbiano dato risultati".

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox