15 Aprile 2010

SMOG: MILANO SPEGNE I CALORIFERI, MA NON L’INQUINAMENTO

    SENTENZA TAR SU ECOPASS: DE CORATO CONFONDE LEGALE CON GIUSTO CODACONS: SU ECOPASS PAGHINO TUTTI E SEMPRE

    “Finalmente, con lo spegnimento dei caloriferi, a Milano si abbasseranno i valori del PM10, ma i milanesi, bimbi ed anziani in testa, continueranno ad andare negli ospedali milanesi per disturbi delle vie respiratorie, asma, bronchiti acute, polmoniti, scompensi cardiocircolatori ….. Per questo ora chiediamo al sindaco Moratti di rispettare le sue promesse elettorali e rendere il provvedimento dell’Ecopass una cosa seria” ha dichiarato il presidente del Codacons, avv. Marco Donzelli.
    “Non vorremmo che lo scontato abbassamento estivo del PM10, o la mancata sospensiva del Tar sull’Ecopass, consentisse ai detrattori del ticket di tornare alla carica. Già ieri De Corato ha incredibilmente sostenuto che la mancata sospensiva confermerebbe la bontà del provvedimento. Il Vicesindaco evidentemente dimentica che un conto è stabilire se un provvedimento è illegale un conto è stabilire se è giusto. Il Tar non ha competenza per giudicare la bontà di una scelta amministrativa, può solo giudicarne la sua legittimità, decisione, è bene ricordarlo, sulla quale deve ancora pronunciarsi nell’udienza di merito” ha concluso Donzelli.
    Il Codacons chiede il doppio raddoppio dell’Ecopass, vale a dire sia un raddoppio delle tariffe che un nuovo sbarramento all’ingresso di Milano, in modo da stoppare le auto anche all’altezza dei parcheggi di corrispondenza. Inoltre devono pagare tutti ed in tutte le fasce orarie: tutti i veicoli, infatti, inquinano e a qualunque ora.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox