15 Febbraio 2011

Smog, in arrivo i 70 km all’ ora

Smog, in arrivo i 70 km all’ ora sulle Provinciali Pronta la segnaletica Le sanzioni da sabato

 L e polveri sottili non calano. Nemmeno la pioggia domenicale ha fatto scendere le concentrazioni di Pm10 sotto la soglia di attenzione (50 mg/mc, ndr ). Le centraline dell’ Agenzia regionale per la protezione ambientale hanno registrato per la giornata di domenica, il 32esimo sforamento di fila e il 40esimo dall’ inizio dell’ anno, con 153 microgrammi per metro cubico in via Senato e 137 mg/mc al Verziere. Sebbene nei prossimi giorni sia previsto un peggioramento nelle condizioni meteorologiche che potrebbe aiutare la città a uscire dalla cappa di smog, per il momento restano in vigore le misure previste da Palazzo Marino. A cui si aggiungono quelle concordate dalla Provincia venerdì nel tavolo sulla qualità dell’ aria, riconvocato per oggi con dieci sindaci. Già sabato sono partite da Palazzo Isimbardi le lettere alle amministrazioni del Milanese per invitarle ad adottare il pacchetto di iniziative di emergenza stabilite collegialmente. «Nessuna iniziativa, da sola, è risolutiva – ha messo in guardia l’ assessore provinciale ai Trasporti, Giovanni De Nicola -. Tanto meno quella dei limiti di velocità, ma è solo da un cocktail di iniziative che possiamo pensare da una parte di spingere i cittadini a comportamenti virtuosi e dall’ altra ottenere risultati concreti». Nell’ ordinanza provinciale, oggi pubblicata nell’ albo pretorio, è previsto da un lato l’ abbassamento delle temperature negli edifici pubblici (a 19 gradi) e dall’ altro il limite di 70 km/h sulle strade provinciali e l’ invito ai comuni a prendere provvedimenti analoghi per le loro strade di competenza. «Domani (oggi, ndr) i nostri tecnici – ha assicurato De Nicola – saranno sulla Milano-Meda, sulla Paullese, sulla Monza-Rho e sulla Val Tidone per montare la segnalatica». Le sanzioni non scatteranno prima di sabato, per dare tempo ai cittadini di venirne a conoscenza. E intanto per le tangenziali il limite di 70 km/h «resta bloccato dal balletto di responsabilità tra Provincia, Serravalle e Anas – ha spiegato Andrea Poggio, vicedirettore di Legambiente. Si è fatto saltare il blocco domenicale del Comune, ma ora la nuova centralità della Provincia deve esprimersi in una o più misure antismog». Dalla riduzione delle polveri al fronte della mobilità e in particolare alla carta integrata dei trasporti provinciali su cui la Provincia sta lavorando. Sarà sul modello delle carte comunemente usate ai supermercati. «Chi usa i mezzi pubblici – ha spiegato De Nicola – avrà dei crediti da spendere per acquistare abbonamenti ai treni e ai bus, per noleggiare le bici del bikesharing oppure cambiare l’ impianto a benzina o gasolio di un’ auto per passare al gpl». E sul ricorso del Codacons presentato contro la Regione per l’ installazione dei filtri antiparticolato «più dannosi che benefici», secca la replica dal Pirellone «Bruciano le polveri». I primi cartelli con il nuovo limite verranno posizionati a partire da oggi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox