15 Marzo 2010

Smog, chiesti otto mesi per Martini e Domenici

Il pm chiede 5 mesi per tutti gli altri imputati. D’accordo il Codacons

Firenze – Nell’ambito del processo per l’inquinamento atmosferico da polveri sottili e biossido di azoto nel capoluogo toscano e nei comuni vicini, è stata richiesta la condanna a 8 mesi di carcere per il presidente della Toscana Martini e per l’ex sindaco di Firenze Domenici. Entrambi sono imputati dei reati di getto pericoloso di cose e di rifiuto di atti d’ufficio sotto il profilo omissivo. Per gli stessi reati, il pubblico ministero ha chiesto una condanna di 5 mesi per tutti gli altri imputati. Martini, Domenici e gli altri amministratori erano stati rinviati a giudizio nel maggio del 2008.

Al momento del rinvio a giudizio, Martini aveva dichiarato di non ritenere ”fondata la tesi dell’omissione’ perché ‘in questi anni abbiamo attuato un intenso programma di attività e mai siamo stati passivi di fronte al crescere, in Toscana e in tutto il Paese, di questo problema che non trova soluzioni radicali in nessuna parte d’Europa’. L’associazione di consumatori Codacons, costituitasi parte civile, si è allineata alle richieste di condanna del pubblico ministero.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox