17 Gennaio 2020

Smog, a Bergamo è record Ma per ora niente stop

pm10 mercoledì in via garibaldi il valore più elevato a livello regionale: 113 mg per metro cubo. per i divieti servono però 5 giorni di sforamento
Aria irrespirabile a Bergamo, come in gran parte della Lombardia. Nonostante una leggera perturbazione che mercoledì si è abbattuta sulla provincia, il Pm10 è ancora alle stelle. La media giornaliera rilevata dalle centrali di Arpa Lombardia è stata di 107 microgrammi per metro cubo, oltre il doppio rispetto al limite indicato dalla legge (cinquanta microgrammi per metro cubo). Ma un dato risulta ancor più allarmante: i 113 microgrammi per metro cubo della stazione di via Garibaldi, ovvero il valore più elevato a livello regionale di mercoledì. Nonostante queste concentrazioni, nel territorio orobico non sono entrate in vigore le misure straordinarie di contenimento delle polveri, come avvenuto invece il 3 gennaio. Dal 7 gennaio le centraline dell’ Arpa hanno registrato sforamenti per quattro giorni consecutivi, salvo poi rientrare nei limiti nella giornata di domenica. Una repentina discesa (33,9 microgrammi per metro cubo) che ha evitato l’ entrata in vigore del blocco antismog. Blocco che, invece, potrebbe essere applicato nei prossimi giorni se il trend non dovesse rientrare. Come sta già avvenendo fuori provincia: a Milano e provincia (al 10° giorno consecutivo di superamento) da oggi scattano le misure temporanee di secondo livello. A Monza e Cremona restano attive le misure di primo livello che partono anche a Pavia, Lodi e Mantova. Le misure temporanee di primo livello riguardano il traffico (limitazioni per i veicoli fino a euro 4 diesel in ambito urbano), il riscaldamento domestico (limitazione all’ uso di generatori a biomassa legnosa di classe inferiore alle 2 stelle compresa, riduzione di 1 grado delle temperature in casa), l’ agricoltura (divieto di spandimento liquami zootecnici) e divieto assoluto di combustioni all’ aperto. Le misure temporanee di secondo livello estendono limitazioni per i veicoli fino a euro 4 Diesel anche per i veicoli commerciali. Il divieto di utilizzo dei generatori a legna coinvolge anche i 3 stelle. «Le previsioni meteo indicano condizioni favorevoli alla dispersione degli inquinanti – commenta l’ assessore regionale all’ Ambiente e clima, Raffaele Cattaneo – i provvedimenti assunti verranno valutati nel prossimo giorno di rilevazione, cioè lunedì». E, lanciando un appello a non accendere fuochi per le celebrazioni di Sant’ Antonio, annuncia l’ arrivo di più restrittive misure strutturali sugli impianti di riscaldamento. Per il presidente del Codacons, Marco Maria Donzelli, le alte concentrazioni di Pm10 evidenziano «l’ insufficienza e inadeguatezza delle misure antismog, quasi sempre tardive, e la necessità di implementare il trasporto pubblico». L’ associazione presenterà un esposto «al fine di chiedere alla Procura di indagare per le responsabilità dell’ amministrazione comunale e regionale sull’ accaduto». Legambiente Lombardia denuncia: «Misure d’ intervento a macchia di leopardo, Regione Lombardia sta dimostrando cecità nei confronti del problema inquinamento dell’ aria».
elisa riva

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox