25 Maggio 2019

Sky multata dall’ Agcom per 2,4 milioni Ricorso al Tar

l’ Agcom multa per 2,4 milioni Sky per aver «leso il diritto di scelta di una vasta platea di utenti» con le modifiche al «pacchetto Calcio». Secondo l’ Autorità, dopo le variazioni all’ offerta per la stagione calcistica 2018-2019 per l’ assegnazione, a giugno 2018, dei diritti sportivi per le stagioni 2018-21, la pay tv non avrebbe comunicato correttamente le variazioni né concesso il diritto di recesso gratuito. Sky respinge le accuse: «Abbiamo agito conformemente alla normativa», e ricorre al Tar. L’ Autorità afferma che rispetto alla precedente stagione di campionato «a invarianza di prezzo» c’ è stata per i clienti Sky Calcio «una sensibile riduzione del numero di partite di A e l’ eliminazione completa dell’ intero torneo di B, a fronte dell’ aggiunta di alcune partite di Champions, Europa League e di altri campionati stranieri». Sky, al contrario, risponde che l’ azienda «ha dimostrato quanto la cura del cliente sia la priorità, decidendo non solo di non ribaltare sulla clientela i maggiori costi rispetto al passato sopportati per l’ acquisto dei diritti di Serie A, ma anche di arricchire il pacchetto». Il Codacons rivendica «Un successo su tutti i fronti, gli utenti coinvolti devono essere indennizzati». TEMPO DI LETTURA 1’1″

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox