30 settembre 2016

SISMA: NO AI PERITI DEL COMUNE DI AMATRICE NELLE INDAGINI DELLA PROCURA

SISMA: NO AI PERITI DEL COMUNE DI AMATRICE NELLE INDAGINI DELLA PROCURA

LORO
PRESENZA INCOMPATIBILE CON ACCERTAMENTO RESPONSABILITA’
DELL’AMMINISTRAZIONE. CODACONS SI COSTITUISCE PARTE OFFESA A RIETI E
OFFRE SUPPORTO DI DUE INGEGNERI

Il Codacons contesta fortemente la richiesta del Comune di Amatrice, che ha presentato istanza per far partecipare i propri periti alle indagini della Procura di Rieti sul sisma del 24 agosto scorso.
“L’eventuale presenza dei consulenti del Comune nell’inchiesta appare del tutto incompatibile e, pertanto, da escludere a priori – afferma il presidente Carlo Rienzi – Questo perché le indagini dovranno fare luce a tutto campo, accertando anche eventuali responsabilità dell’amministrazione comunale sul fronte della sicurezza degli immobili, e la presenza dei periti del comune non appare in tal senso giustificata”.
Il Codacons intende invece partecipare alle operazioni di consulenza e, a tal fine, si costituisce parte offesa nel procedimento di Rieti nell’interesse dei cittadini danneggiati dal terremoto, chiedendo l’inserimento dei propri ingegneri nelle indagini della magistratura.