21 Ottobre 2004

Sirchia firma: cala il prezzo del vaccino

Sirchia firma: cala il prezzo del vaccino
Il prezzo del vaccino cala di circa 3-4 euro a confezione



Oggi in Gazzetta Ufficiale viene pubblicata l?ordinanza firmata dal ministro della Salute Sirchia sulla riduzione del prezzo dei vaccini antinfluenzali e da domani, venerdì 22 ottobre, la riduzione diventerà esecutiva: «La riduzione media è del 26,1%, pari a 3-4 euro a confezione. Tale provvedimento mantiene il vaccino antinfluenzale in classe C (a carico dei cittadini) e non comporta modifiche dei precedenti accordi». Lo ha ribadito il ministro della Salute Girolamo Sirchia rispondendo al Question Time alla Camera e sottolineando che in Italia «il vaccino antinfluenzale viene erogato gratuitamente dalle strutture sanitarie locali ai soggetti con il maggior rischio di complicanze: su 100 dosi, 80 in pratica vengono erogati a questi con spesa a totale carico Ssn. Il prezzo del vaccino risulta più elevato rispetto ad alcuni Paesi europei – ha aggiunto Sirchia – esclusivamente per le confezioni cedute attraverso le farmacie aperte al pubblico e, in tal caso, il prezzo viene fissato dalle aziende farmaceutiche liberamente perchè è in fascia C». Sirchia ha infine aggiunto che «nell?ottica del coinvolgimento di tutti i soggetti, interessati alla campagna antinflunzale in atto, al fine di ridurre il prezzo al pubblico e accogliendo le istanze del consumatori, l?altroieri si è svolto un incontro con le aziende dei vaccini, distributori e farmacisti e tutti gli intervenuti hanno manifestato la disponibilità a ridurre il prezzo dei vaccini per un riallineamento al prezzo europeo, consentendo così – ha concluso Sirchia – un maggior accesso ai vaccini da parte della popolazione e quindi una copertura antinfluenzale più allargata». Va bene ribassare il prezzo dei vaccini antinfluenzali in Italia, affermano Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori, ma in nessun caso il vaccino dovrà essere inserito in fascia A, ossia quella gratuita. Per le associazioni la diminuzione dei prezzi dei farmaci è un atto dovuto mentre l?inserimento del vaccino antinfluenzale in fascia A «sarebbe solo un enorme regalo alle già ricchissime case farmaceutiche. In nessun P aese del mondo il vaccino viene fornito a carico dell?Ssn, se non ai soggetti deboli, per non gravare sulla collettività. « Se l?ordinanza del Ministro prometterà tale passaggio in fascia gratuita, Intesaconsumatori è pronta a ricorrere al Tar chiedendo la sospensione del provvedimento».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox