27 Dicembre 2013

«Sindaco in conflitto d’interessi»

«Sindaco in conflitto d’interessi»

QUARTO D’ ALTINO «Il sindaco in conflitto d’ interessi con il Codacons». Ad attaccare il primo cittadino di Quarto, Silvia Conte – da settimane in prima linea contro l’ orario cadenzato – è il responsabile della Lega Nord altinate, Lewis Trevisan. Nei giorni scorsi, infatti, Conte ha spiegato di essersi rivolta al Codacons, per cercare di capire come tutelare gli utenti penalizzati dai nuovi orari. Conte sta lavorando sia sotto il profilo dei disagi patiti dai disabili, che hanno lamentato la mancanza di carrozze attrezzate in determinati orari. Sia dal versante del danno economico derivato ai pendolari che arrivano in ritardo al lavoro di quindici minuti, a volte mezzora. Non è ancora chiaro però, se sarà lanciata una class action, oppure intentato un ricorso o ancora un esposto. «Come mai il sindaco Silvia Conte», domanda Trewisan, «si è rivolta ad un legale del Codacons per tutelare i pendolari della linea ferroviaria Trieste-Venezia?». Trevisan ha annunciato di avere pronto un esposto alla Procura della Repubblica contro il sindaco. Motivo? «Ci risulta che il presidente del Codacons sia l’ avvocato Franco Conte, padre del sindaco di Quarto, per cui ci chiediamo se in questo caso non ci sia il conflitto di interessi». Rincara la dose: «Perché la Conte non si è rivolta ad un’ altra associazione che tutela i consumatori? Non esiste solo il Codacons nel Veneto, ma altre realtà sempre vicine ai disagi del cittadino. Oppure siamo arrivati ad un punto che a Quarto l’ amministrazione pubblica si fa tutta “in famiglia”?». Nel merito, interviene anche il consigliere provinciale della Lega, Roberto Dal Cin: «Purtroppo oggi il primo cittadino altinate sta aizzando i pendolari contro la Regione, spiega, «alla Conte interessano poco i problemi degli utenti. A lei, come già dimostrato in altre occasioni, interessa solo “sparare” contro la Regione o la Provincia. Anche perché le proposte formulate sono solo aria fritta». Dunque, anche a livello locale, la questione «treni» diventa calda e si gioca anche sul piano politico. (m.a.) ©RIPRODUZIONE RISERVATA.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox