3 Luglio 2013

Sigarette elettroniche, Lorenzin firma il divieto ai minori di 18 anni Codacons: “Insufficiente”

Sigarette elettroniche, Lorenzin firma il divieto ai minori di 18 anni Codacons: “Insufficiente”

Vietata la vendita a minori e l’utilizzo delle e-cigarettes nei locali chiusi delle istituzioni scolastiche statali e paritarie e dei centri di formazione professionale. Codacons: “Vietarle in tutti i luoghi pubblici, al pari delle normali sigarette
Roma, 3 luglio 2013 – Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, considerato il parere reso dal Consiglio Superiore di Sanità, ha firmato l’ordinanza che vieta la vendita ai minori di anni diciotto di sigarette elettroniche con presenza di nicotina. Lo comunica il ministero della Salute in una nota.
Il provvedimento vieta l’utilizzo delle sigarette elettroniche nei locali chiusi delle istituzioni scolastiche statali e paritarie e dei centri di formazione professionale. Il ministro della Salute sta inoltre predisponendo un intervento legislativo per regolamentare la disciplina dell’etichettatura e della pubblicità dei prodotti contenenti nicotina utilizzati come ricariche delle sigarette elettroniche.

CODACONS: ORDINANZA LORENZIN INSUFFICIENTE – Assolutamente insufficiente per il Codacons l’ordinanza firmata dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, con cui si vietano le sigarette elettroniche ai minori di anni 18 e nelle scuole.
“Le e-cigarettes vanno vietate in tutti i luoghi pubblici, al pari delle normali sigarette- afferma il presidente Carlo Rienzi-. Non si capisce infatti il criterio per cui siano ritenute dal ministero pericolose, e quindi da vietare, all’interno delle scuole, ma non in altri luoghi aperti al pubblico. Non servono provvedimenti ad hoc da parte del ministro, come l’ordinanza emessa oggi ciò che serve è applicare le norme vigenti sui prodotti da fumo anche alle sigarette elettroniche, così da estenderne automaticamente i divieti”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox