7 Febbraio 2002

SICUREZZA DEI TRASPORTI A RISCHIO

    SICUREZZA DEI TRASPORTI A RISCHIO: IL CODACONS CHIEDE ALL`ENAV LA CHIUSURA DELL`AEROPORTO DI CAPODIC



    Ancora ombre sulla sicurezza dei trasporti italiani. Dopo gli eventi di Linate e lo scandalo Panaviation arriva un?intercettazione telefonica che poco lascia all?immaginazione. Gli indagati (vertici Enav e politici), parlano di apparecchiature costose lasciate a impolverarsi nei magazzini dell?aeroporto di Napoli, di risorse monetarie male utilizzate e di connessioni col mondo politico finalizzate a far tacere eventuali fughe di notizie. Ma soprattutto si sottolinea come il pericolo di disastri aerei, a Napoli, sia quanto mai concreto. Ecco le intercettazioni riportate dal Corriere della Sera riferite a una comunicazione di un dirigente Enav: ?E se esce fuori la cosa su Napoli? So? 5 anni che c?avemo la roba buttata tutta da ?na parte e non la montamo perché non avemo finito. Poi come ti giustifichi? Che gli racconti? Se mettono tutti a ride??E nemmeno si può dire: “Ma che ?voi da me, io non c?ho ?na lira, non posso fa? ?n investimento, lo Stato nun me dà i soldi“: là siamo pieni di soldi. Destinati ad essere investiti per garantire la sicurezza?.

    Alla luce di questi fatti appare palese come la sicurezza aerea, in particolare quella napoletana, sia a rischio.
    E? necessario garantire l?incolumità dei passeggeri dei voli nazionali e non, sostiene il CODACONS. A tal fine l?associazione chiede ufficialmente all?ENAV la chiusura dell?aeroporto di Capodichino, almeno fino a che non saranno effettuati controlli dettagliati sullo stato delle apparecchiature radar e di sicurezza.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox