fbpx
16 Gennaio 2010

Sicilia: frana di Erice

CATANIA – Mettere in sicurezza entro 90 giorni le località a rischio frana di Erice, in provincia di Trapani, e Aci Castello, in provincia di Catania, e rispettare il limite previsto dalle leggi vigenti di 25 alunni per aula. Queste le richieste, rese note dal segretario nazionale del codacons Francesco Tanasi, contenute nelle prime due class action avviate dall’ associazione in Sicilia nei confronti di amministrazioni pubbliche. La prima è rivolta al responsabile del Dipartimento della Protezione civile, ai sindaci, alle Province e alla Regione Siciliana, ai quali si chiede di mettere in sicurezza le due località e di disporre un risarcimento in favore degli abitanti dei due comuni “per i pericoli corsi ancora oggi a causa del dissesto del proprio territorio”. La misura del risarcimento stimata dal Codacons è pari a 100mila euro a famiglia, oltre ai costi sostenuti per mettere in sicurezzà da soli la propria casa. Con la seconda si chiederà – trascorsi i 90 giorni da una diffida notificata oggi – al Tar del Lazio di ordinare al Ministero della Pubblica istruzione e al Direttore Scolastico Regionale di rispettare il limite di alunni per aula. 16/01/2010.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox