11 Marzo 2009

Siamo alla frutta o siamo nella popò?

Carissimi internauti questo post doveva farlo FratelMaghetto, ma oggi il fratellino è sul nevrastenico. Ha sbattuto la porta del laboratorio e mi ha lasciato in gramaglie. Dal titolo e foto, comprendeRete ben dove siamo e parliamo della storia di una signora, Vincenza Cavallucci che dopo aver perso tutto con Lehman Brothers, ha deciso di vendere, quello che il celebre Piero Manzoni inscatolò con la scritta “Merda d’artista“.
Celebre di più e però e chiaramente da morto il buon Piero, nonchè Manzoni!
Ma veniamo alla storia di questa signora che avendo perso tutti i risparmi, è stata costretta a vendere all’asta l’unica cosa che le è rimasta. E chiamandola gentilmente così come facciamo da bambini, chiamiamola “popò“.
Avendo perso i risparmi del marito morto, investiti su “consiglio” della banca di “fiducia” in prodotti della Lehman Brothers, ora vende le proprie feci, così come Manzoni che decise di creare la provocazione che vedete.
E’ la provocazione di Vincenza Cavalluzzi, è la stessa. E’ un falso che gli consentiamo visto che la signora ormai è “alla frutta“. Nelle foto che vedrete c’è un bidet e la scatoletta griffata “Merda di Fallita Lehman”.
Una bella provocazione, perchè il fallimento dell’istituto americano gli è costato 14 mila euro.
Oggi davanti alla sede della Consob a Roma ha manifestato insieme al presidente del Codacons, a Vittorio Sgarbi ed al presentatore televisivo Gianni Ippoliti, coinvolto nella vicenda dei bond argentini.
La scatoletta sarà messa all’asta, attraverso il sito del Codacons, come la più famosa di Piero Manzoni.
Il tutto con il certificato di garanzia di Vittorio Sgarbi, in cui si certifica che si tratta di un’opera d’arte del valore di 15 mila euro. Ovvero 15.000 euro. Ripeto 15.000 Euro. Rinnovo “Quindicimila” Euro!
Guardate al link in calce, le foto della signora e facciamole i nostri migliori auguri.
Ricordo che all’ultima asta su Piero Manzoni, morto quasi in miseria dobbiamo ripeterlo, la scatoletta numero 18 è stata venduta a 124.000 euro. Sappiatelo e fatelo sapere in Rete. Qundi facciamo “Rete”.
E come direbbe FratelMaghetto…Se siamo nella “popò” vendiamone anche un bel pò, in ogni dove, paese, contrada e città esclamando ai clienti un bel Trullallero Trullallà!
Come ben vedete la crisi la stiamo prendendo in allegria, con molto ottimismo e speriamo bene.
Certo è che, se per caso finiamo nella “popò” ci rivolgeremo al celebrato Cavalier Cortese per chiedergli come possiamo arrivare alla fine del mese, visto che lui non bada mai a spese?
Infatti si narra che nel lontano 2002, lasciò a casa il fratellino dall’impiego che aveva in una delle sue dimore aziendali e diciamolo…Lo lasciò nella “popò“. E dopo 7 lunghi anni “non occupati molto” il fratelloso si sente “un pò nella popò”, nonostante che l’ottimismo regni sovrano come consiglia il Cavalier Cortese!
Forse è per quello che al Fratellino con il naso rosso, oggi gli gira più del consueto “il belino“.
Guardatelo “qua in foto” e verificate che si è anche imbelinato dentro al computer dalla disperazione!
Scusate la parola della gatto ma ben sapete che in famiglia e specialmente a Genova, fa contorno ed anche scarpetta, oltre ad addolcire le giornate abelinate di noi due, unici gemelli tecnologici del Web che scriviamo ogni giorno “belinate” in Rete. Quindi Buona navigazione e se sarà il caso faremo come la signora Vincenza!
Venderemo all’asta tanta “popò” e…un attimo ragazzi che FratelMaghetto chiama. Dimmi? Cosa c’è? Ma dai, ma sei matto come un cavallo? Ma belin oggi dai in “musse” più del solito. Sei SuperAbelinato!
Vabbeh, lo dico a ai nostri Lettori. Ragazzi dato che come ben sappiamo ambasciator non porta pena…
Ovvero, il Fratellino dice che magari “la popò” la venderemo anche in “Confezione spray” per cambiare un pò!
Scusatelo ma oggi è più citrullo del solito. Buona serata da Fratel Roberto Aldo!

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this