5 Febbraio 2013

Si volti pagina: gestione fallimentare Chiesti con forza maggiori controlli

Si volti pagina: gestione fallimentare Chiesti con forza maggiori controlli

Il caso acqua continua a rimanere sotto i riflettori. Stamattina (ore 10) il comitato civico Pro -Serre sarà in Prefettura per incontrare il prefetto Michele di Bari. Con i componenti del comitato ci saranno anche referenti del Codacons, rappresentanti del Forum delle associazioni e del Forum dei movimenti dell’ acqua. Intanto si cerca di capire, ci si interroga e a voler intervenire è il segretario aggiunto della Cisal Filippo Curtosi fortemente critico sulla gestione del problema. Il suo invito è a «voltare pagina» partendo dagli amministratori comunali, ai quali la Cisal chiede di «rassegnare le dimissioni» in considerazione del fatto che «l’ assenza di un responsabile e severo controllo del delicato settore non può che confermare l’ incapacità, soprattutto dell’ Amministrazione comunale del capoluogo, a offrire garanzie di sicurezza alla salvaguardia della salute pubblica». Inoltre, con dividendo quanto affermato dall’ ex assessore regionale Silvio Greco, il segretario aggiunto della Cisal propone di «affidarsi ad una proposta innovativa che non può non passare dall’ opportunità di procedere alla costituzione di una apposita Commissione capace di esercitare il più responsabile e se vero controllo». In tal senso, per il sindacato, il commissario della Provincia Mario Ciclosi, sentito il parere del prefetto Michele di Bari, dovrebbe nominare questa commissione composta dall’ assessore comunale al ramo, da un rappresentante di Prefettura, Arpacal, Asp e da un cittadino. Cambiare, invece, la concezione del sistema idrico in Calabria è la priorità per il consigliere regionale del Pd Bruno Censore che punta il dito contro la cattiva gestione che ha trasformato «l’ acqua da risorsa a serio problema». Chiarezza, poi, Censore invoca sui controlli e, inoltre, ricorda, che «come minoranza in seno al Consiglio regionale avevamo proposto l’ istituzione di una commissione di inchiesta sul sistema idrico e sull’ attività della Sorical per scoperchiare il fallimento di un progetto». Problema, spiega, «sottovalutato dalla destra». Adesso, però, per Censore è l’ ora di fare chiarezza, senza più rinvii. 4.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox