13 Settembre 2016

Si torna a scuola Nuove materie e voti ai docenti

Si torna a scuola Nuove materie e voti ai docenti
dai concorsi alle polemiche sui trasferimenti ecco l’ abc dell’ anno con tutti i cambiamenti

di Marianna Bruschi ASSUNZIONI L’ anno scolastico 2016/2017 si apre con le polemiche sulle assunzioni. Da un lato le graduatorie del “concorsone” ( solo il 40% è pronto) e dall’ altro l’ assunzione non garantita per i (pochi, 1 su 2 rispetto ai candidati) vincitori. BONUS 18ENNI Il 15 settembre, con tutti gli alunni in classe, parte il “bonus 18enni”: 500 euro per libri scolastici, musei, concerti e teatro. Le famiglie avranno aspettato questa data per riempire lo zaino dei loro figli? Difficile, anche perché il sito ancora non funziona. CONCORSI I concorsi non sono finiti. Quest’ anno è previsto quello per i dirigenti scolastici e per il terzo ciclo dei Tfa, i Tirocini formativi attivi che hanno sostituito negli anni le vecchie scuole di specializzazione. Date ancora da stabilire. DIARIO Ogni anno scolastico ha il suo diari. La novità è quello di “Favij”, Youtuber con oltre 3 milioni di iscritti al suo canale. EDILIZIA SCOLASTICA Per il 2016 c’ è un nuovo stanziamento per 550 interventi, come ripartizione di 10 milioni di euro «in più stanziati dalla legge Buona Scuola per i mutui agevolati Bei, Banca Europea per gli investimenti». In corso inoltre le verifiche sull’ agibilità nelle zone colpite dal terremoto in centro Italia dello scorso 24 agosto. FORMAZIONE DOCENTI La legge 107 (la Buona Scuola) ha istituito un piano di formazione per i docenti su 3 anni: 40 ore di attività frontale, 85 di attività di ricerca. I sindacati hanno criticato la decisione considerandolo «un lavoro in più». GRADUATORIE Quelle di merito del concorsone saranno valide 3 anni. Lo ha ribadito il ministro Giannini per rispondere ai dubbi dei docenti. Il 2016/2017 sarà l’ anno della effettiva estinzione delle vecchie Graduatorie ad esaurimento? Le maestre d’ asilo sono ancora 17mila. HIGH TECH Per la scuola digitale c’ è un piano nazionale da 1 miliardo di euro. Alcuni progetti sono già partiti sul finire dello scorso anno. Si va dal wi-fi ai laboratori avanzati con stampanti 3D. INVALSI Durante la presentazione del report sull’ andamento delle prove Invalsi (i quiz nazionali di matematica e italiano) la presidente dell’ Istituto ha dichiarato la possibilità di togliere la prova Invalsi dall’ esame di terza media. Niente da fare: c’ è già la data. Sarà il 15 giugno. LAVORO Lo scorso anno non sono mancate le polemiche sull’ alternanza scuola-lavoro, gli stage obbligatori per le scuole superiori, licei compresi dallo scorso anno. Ora i ragazzi coinvolti saranno 1 milione circa (con l’ aggiunta delle classi terze e quarte) e, a regime, nel 2017/2018 saranno 1 milione e mezzo. MATERIE Il 2016/2017 sarà l’ anno di legalità, sicurezza, educazione stradale, progetti sul bullismo. Nuove materie in aggiunta a quelle “classiche”. NAZIONALE In piena Rio 2016 il ministro Giannini ha annunciato più sport per tutti. Quest’ anno si parte con 140 milioni di euro per aumentare le ore di pratica. Tutti in Nazionale? ORARIO Aprire oltre l’ orario delle lezioni, questo il progetto “Scuola al centro”. Durante l’ estate hanno aderito 400 istituti, ma dall’ autunno saranno coinvolti altri 5mila istituti con finanziamenti PONScuola. POSTI DISPONIBILI Sono pochi. Un esempio su tutti. Per “ginnastica”sono stati banditi in 6 regioni – spiega la rivista Tuttoscuola – 303 posti. Hanno passato la selezione in 252. Ma solo per 16 c’ è un’ assunzione a tempo indeterminato quest’ anno. QUATTRO Nel 2014 il progetto per il liceo in 4 anni invece che in 5 si era arenato. Oggi sono 11 le sperimentazioni esistenti, ma quest’ anno dovrebbero essere firmati dal ministro i provvedimenti per altre 60 prime classi. RICORSO Il Codacons ha annunciato un ricorso collettivo contro il Miur in Puglia che coinvolte tutti i docenti bocciati al concorsone. Chiedono l’ annullamento. SUPPLENZE Non spariranno, ma saranno dimezzate. Come riportato da Repubblica erano state 118.176 nel 2014/2015, 105.395 l’ anno successivo e saranno tra 60- 80mila quest’ anno. La novità: obbligo di pagamento «entro 30 giorni». TRASFERIMENTI È stata la polemica estiva, si è arrivati a definire il piano una “deportazione”. Per molti era meglio il precariato piuttosto che la mobilità in mano a un algoritmo. «Su 207mila insegnanti solo il 2,5% dei casi ha avuto problemi», ha spiegato il ministro. ULTIMO GIORNO Il 7 giugno si chiuderanno le lezioni in Emilia Romagna, nelle altre regioni tra l’ 8 e il 10. Già aria di vacanze? VALUTAZIONE Per quest’ anno sono statti stanziati 200 milioni per la valorizzazione del merito ( 23mila euro a scuola) che i comitati di valutazione assegneranno ai docenti sin base a qualità e valore aggiunto del lavoro. Valutazione dei prof ma anche dei presidi, la novità dell’ anno. ZAINO Una scuola senza zaino si può? Sì. Lo fanno già in 100 istituti Toscani, ma ci sono esperienze anche in altre regioni. Lo scopo? Evitare dieci chili sulle spalle dei bambini.
marianna bruschi
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox