14 Luglio 2006

Si sente male in volo pilota del Pisa-Catania

Allarme in aeroporto ma atterraggio okay
Si sente male in volo pilota del Pisa-Catania

PISA. Ha effettuato un atterraggio di priorità a causa di un malore del copilota il Boeing 737 della compagnia Air One, decollato ieri mattina alle 8.50 dall`aeroporto di Pisa e diretto a Catania. Mezz`ora dopo il decollo il secondo pilota ha accusato nausea, vomito e una forte cefalea che gli hanno provocato uno stato confusionale. Il comandante ha segnalato via radio il malore del collega e ha proseguito il volo verso Catania, atterrando alle 10.15 all`aeroporto di Fontanarossa. L`atterraggio è avvenuto normalmente senza creare problemi ai passeggeri. La compagnia Air One ha diffuso un comunicato, spiegando che l`atterraggio “in condizioni di priorità“ è previsto quando qualcuno a bordo, personale o passeggeri, abbia bisogno di assistenza medica. In questi casi non si tiene conto della lista di atterraggio e all`aereo viene concessa la priorità su tutti gli altri. Il volo Pisa-Catania nºAP6890 è tuttavia arrivato a destinazione in ritardo perché la partenza è stata rinviata di un`ora per motivi tecnici. Subito dopo l`atterraggio il copilota è stato portato all`ospedale Vittorio Emanuele di Catania per un controllo: per i medici si è tratto solo di un lieve malessere. L`Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv) e l`Ente nazionale aviazione civile (Enac) hanno aperto due inchieste parallele per accertare i fatti. Secondo quanto riferito dalla compagnia aerea si tratta di procedure di controllo che in questi casi scattano automaticamente. Sull`episodio è intervenuto anche il Codacons con una richiesta di accertamento delle cause del malessere che ha colpito il copilota dell`aereo. “Vogliamo sapere quante ore di volo aveva accumulato negli ultimi giorni il pilota vittima del malore – afferma il segretario nazionale Francesco Tanasi -. La continua lotta tra le compagnie aeree per ridurre i costi e accaparrarsi i clienti porta i lavoratori a sopportare turni di lavoro massacranti“. Per Air One non esiste invece un problema di sovraccarico di lavoro perché i piloti rispettano i propri turni di volo.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox