25 Ottobre 2009

Si rivolgono al Codacons: causa vinta

 CERVIGNANO.  Il Codacons Fvg ha vinto una causa a vantaggio dei consumatori, che aveva al centro della vicenda la gestione della manutenzione di un ascensore.  «Tutto inizia nel 2000 – racconta in una nota il Codacons – , quando gli abitanti del condominio River Residence sottoscrivono un contratto con la ditta Schindler Spa; l’accordo prevedeva una durata decennale, ma nel 2002 i condomini decidevano di disdire dal contratto. La ditta di ascensori aveva conseguentemente chiesto le penali per il recesso anticipato, oltre 17 mila euro, ma il giudice del Tribunale di Udine ha riscontrato che il contratto allora firmato dai condomini del River Residence non era valido; portava, infatti, solo la firma dell’amministratore di condominio e non "la delibera dell’assemblea" di condominio, necessaria per la completezza del contratto».  «Un contratto di manutenzione decennale per l’ascensore – spiega il presidente provinciale del Codacons di Udine Nicola D’Andrea – deve essere prima deliberato dall’assemblea, perché supera l’ordinaria amministrazione e va oltre i limiti di spesa prefissati per la normale manutenzione del condominio».  Gli abitanti del River Residence, vincitori della causa tramite il Codacons di Udine, non sono stati tenuti pertanto a risarcire per il recesso anticipato nemmeno un euro. «Si tratta di una sentenza importante perché conferma l’applicabilità della disciplina del consumatore anche ai contratti stipulati da un condominio, e quindi delle tutele previste del Codice del Consumo».
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox