20 Aprile 2005

Si fa in Italia il pieno più caro d`Europa

Il prezzo sale quando s`impenna il costo del petrolio, ma non scende quando il «barile» frena
Si fa in Italia il pieno più caro d`Europa
I consumatori denunciano e chiedono rimborsi – Per le famiglie un danno di 300 euro

ROMA«I consumatori italiani pagano i costi dei carburanti più cari in assoluto d`Europa». È quanto sostengono Adusbef e Federconsumatori evidenziando che «siamo il Paese con il maggior prezzo alla pompa, distanziando di molto la media europea di ben 0,06 euro di benzina verde vale a dire oltre 115 lire del vecchio conio, di 0,065 per il gasolio». Questo non gradevole primato assoluto per il caro-carburanti viene confermato anche analizzando i prezzi industriali italiani, che sono infatti i più salati, non solo di eurolandia, ma dell`intera Europa a 25. Con stacchi «pesanti» rispetto alla media dei competitors oltre frontiera. E la situazione non migliora – scorrendo gli ultimi dati del Ministero delle Attività produttive, aggiornati alla settimana scorsa – per il gasolio auto per il quale il differenziale con il resto dei paesi del vecchio continente sale a oltre 0,065 euro al litro e per quello riscaldamento (+0,05 il distacco con la media Ue). Il prezzo industriale di un litro di benzina senza piombo – quello cioè al netto delle tasse – registra in Italia quota 0,466 euro al litro, accompagnato sul podio del caro-carburante europeo, dal Lussemburgo (0,456) al secondo posto e dalla Grecia a pari merito con l`Olanda (0,454) in terza posizione. Al contrario della classifica il prezzo più basso si registra in Irlanda dove il prezzo industriale di un litro di verde è a quota 0,349. Sul fronte del gasolio auto, la penisola guida invece la classifica con un prezzo industriale di 0,523 euro al litro seguita, ma a distanza, dalla Grecia (0,491) e dalla Svezia (0,484). Secondo i consumatori questa «inarrestabile corsa pesa sui bilanci delle famiglie italiane con un impatto di circa 300 euro: 220 euro per la benzina, 80 euro sulle bollette elettriche e del gas, con un esborso maggiore di ben 6 miliardi di euro rispetto ai 12 mesi precedenti». Così Adusbef e Federconsumatori chiedono al Governo «uno scatto di dignità a favore del potere di acquisto, con la restituzione, mediante bonus fiscale dei 4 miliardi di euro incamerati dal fisco come sovrattassa sulle benzine, una commissione parlamentare d`inchiesta che accerti se ci sia stata o meno speculazione, meccanismi chiari e trasparenti sugli andamenti dei prezzi del barile e sulle quotazioni euro dollaro». Il primato detenuto dall`Italia sul fronte del caro-pieno «è a dir poco vergognoso». È quanto sottolinea il Codacons che – dopo aver presentato lunedì un esposto denuncia in 102 procure della Repubblica italiana ora chiede anche l`intervento «dell`Antitrust europeo». Tutto questo nella considerazione che dall`inizio di aprile, quando le quotazioni internazionali della benzina avevano registrato un incremento del 25%, un litro di verde sul mercato europeo Platt`s costava 0,341 euro al litro contro gli 0,289 euro degli ultimi giorni. Si tratta di un calo intorno al 15% pari a 0,052 euro al litro che non si è ancora riversato sui prezzi nei distributori italiani. Dopo l`ondata di rincari dell`inizio di aprile quando i prezzi alla pompa di un litro di verde sono schizzati al record storico le compagnie non si sono infatti più mosse e secondo l`ultima rilevazione del ministero delle attività produttive restano sui livelli massimi. Ciò che «avviene in Italia è a dir poco vergognoso – afferma in una nota Paolo Rienzi, presidente dell`associazione dei consumatori – ed a questo punto chiediamo che venga sciolta l`Unione petrolifera, dopodichè un`indagine dell`Unione Europa su queste intollerabili differenze di prezzo dei carburanti che non trovano giustificazione alcuna». Il Codacons si rivolge quindi «alla Commissione Europea per la concorrenza chiedendo non solo di avviare un`attenta analisi del fenomeno, ma anche di aprire un procedimento contro i petrolieri per accertare le speculazioni.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox