24 Febbraio 2003

Sgarbi-Baudo: Costanzo fa da paciere

Sgarbi-Baudo: Costanzo fa da paciere


Napoli. Gli Sgarbi quotidiani presanremesi non sono finiti. Vittorio Sgarbi annuncia infatti ai microfoni di Canale 21 la sua intenzione di organizzare un controDopofestival da mandare in onda su La 7, Odeon o Mediaset «per non dare alcun vantaggio a Baudo». E nello stesso tempo un mediatore assolutamente imprevisto, Maurizio Costanzo, che lavora per il network rivale della Rai, scende in campo sollecitando Baudo e Saccà a una mediazione con il critico.
Mediazione possibile? Nello studio di «Buona domenica» l?ex sottosegretario sembrava più che ben disposto a non perdere l?appuntamento festivaliero, ma solo poche ore prima aveva dichiarato all?emittente napoletana che «Pippo ormai è come Tarek Aziz: il vicepremier iracheno non volle parlare con una giornalista perché israeliana, il presentatore non ha voluto la Bugatti perché è un travestito». Secondo Sgarbi, Baudo è responsabile «di una visione culturale ristretta e poco spiritosa in una televisione di stato che ha favorito il successo di personaggi come Renato Zero, Amanda Lear ed altri. Pippo è ormai colpito dalla vecchiaia oppure dalla furbizia di far nascere polemiche per attirare la curiosità. Ma la polemica stavolta l`ha creata da solo, e non ha trovato la mia complicità».
Il conduttore-direttore artistico non raccoglie, però, le nuove polemiche e lavora contemporaneamente al festival ed al Dopofestival, ora tutto da inventare: per oggi sono in programma un paio di riunioni da cui potrebbe emergere il nome – o i nomi? – del successore di Sgarbi, in cui difesa scendono intanto anche il Codacons e le associazioni Crisalide Azione Trans e Movimento Identità Transessuale, che reclamano a viva voce i diritti della trans cantante Bugatti e dell?ex presidente della Repubblica «picconatore» Cossiga di essere protagonisti a Sanremo, Italia dei cachi.
A fare da sponda al «reintegro» di Vittorio arriva Costanzo, che invita in diretta da Canale 5 Baudo e Saccà a trovare «spiragli di trattativa». Un intervento sicuramente irrituale, che spinge il direttore generale Rai, chiamato in ballo da un illustre protagonista della tv berlusconiana, a ribadire – lui «sfiduciato» – la piena fiducia al direttore artistico del festival. Saccà racconta di essere stato chiamato dalla redazione di Costanzo: «Alla domanda di una persona che mi chiedeva se si potevano ripristinare le condizioni di partenza ho risposto che la Rai ha piena fiducia in Baudo». Mentre l?anchorman fa la cronaca in diretta della trattativa, Sgarbi manda segnali pacificatori e concilianti a Baudo, sottolineando di non aver «mai voluto attaccare i cantanti» né rubare lo spazio a Pippo, che stavolta non gli ricorda più il braccio destro di Saddam. Costanzo può così annunciare per stasera una puntata del suo tradizionale show dal Parioli col critico, il trans dello scandalo Cristina Bugatti e forse un collegamento telefonico con Cossiga. «Un ulteriore tentativo di riportare la pace», spiega, «anche se non siamo l?Onu e si tratta solo di canzonette». A Raiuno, intanto, qualcuno tenta di verificare se esistono i margini per una trattativa che permetta ai due di lavorare insieme senza rimetterci la faccia. E stasera, alle 23.40, «Porta a porta» manderà in onda la registrazione di una puntata dedicata all?Ariston in cui Vittorio e Pippo mostravano la distanza delle loro posizioni, ma lavoravano ancora allo stesso progetto prima della lite culminata nelle «dimissioni» del critico.
«Dimissioni» pronte a essere «ritirate», anche se Stefano Arquila, direttore di Odeon, annuncia di aver stretto con Sgarbi e con Funari l?accordo per un contro-Dopofestival in diretta dall`hotel Londra di Sanremo. «Vittorio ha già un contratto con noi per il suo programma ?Liberi Sgarbi quotidiani?», spiega Arquila, «e si è detto disponibile a intervenire al programma di Funari. Ho invitato anche Stefano Salvi, un altro escluso dal Dopofestival di Raiuno e, se vorrà, mi onorerebbe avere anche l`ex capo dello stato, Francesco Cossiga». Titolo provvisorio: «Funari Forever-Dopofestival di Sanremo» in onda in diretta dopo le 23.30 dal 3 all` 8 marzo.
La telenovela continua, perché Sanremo è Sanremo, Pippo è Pippo e Sgarbi è Sgarbi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox