1 Febbraio 2018

Una settimana fa panico al pronto soccorso Il Codacons presenta un esposto in Procura

di LAURA BALLABIO – CARATE – IL CODACONS presenterà un esposto in Procura per l’ episodio di mercoledì scorso in pronto soccorso. A far muovere l’ associazione consumatori è stato il problema della misteriosa sostanza irritante che ha seminato il panico nella sala d’ attesa. È successo mercoledì scorso, nel pomeriggio quando intorno alle 15,30 per cause ancora da chiarire le oltre una trentina di persone che si trovavano in attesa di essere visitate al pronto soccorso dell’ ospedale caratese sono state avvolte da una sostanza che ha provocato irritazione alle vie respiratorie. «Il fatto è molto grave, poteva portare a conseguenze molte più serie – fa sapere attraverso una nota stampa ufficiale – è assurdo che un tale accadimento sia avvenuto all’ interno di un ospedale, e ancor più grave risulta il fatto se si pensa che i soggetti presenti all’ interno dello stabile sono pazienti con patologie o problematiche differenti e che un fatto del genere avrebbe potuto mettere in serio rischio la salute di tutti». La direzione sanitaria ha confermato l’ episodio e ha parlato di un «odore sgradevole». Immediati sono intervenuti anche i tecnici dell’ azienda ospedaliera. A finire sotto accusa è l’ unica bocchetta del sistema di areazione dell’ impianto di condizionamento della sala d’ attesa. Fortunatamente non ci sono state ripercussioni e in meno di un’ ora la situazione è tornata alla normalità. «È necessario porre in essere approfondite indagini per comprendere la dinamica dei fatti – continua la nota diffusa dall’ associazione consumatori – per verificare l’ identità di eventuali responsabili nonché la sussistenza dei reati commessi. Da considerare inoltre la mancanza di controlli dello stabile, che ha così permesso che una sostanza del genere venisse diffusa e quindi inalata senza ostacoli dai pazienti».
laura ballabio

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox