4 Gennaio 2020

“Servono Esercito, guardie giurate e polizia”

codacons e associazioni di categoria chiedono interventi, mozione in regione
NAPOLI (mm) – Dopo le ultime aggressioni anche il Codacons si mobilita, con una richiesta formale: “Invio dei militari dell’ Esercito negli ospedali e nelle guardie mediche di Napoli per tutelare l’ incolumità del personale medico e paramedico”. L’ associazione dei consumatori aggiunge: “La sanità pubblica in Campania versa in condizioni sempre più critiche. Da un lato liste d’ attesa infinite e corsie d’ ospe dale trasformate in gironi danteschi, dall’ altro i pronto soccorso e le guardie mediche si trasformano sempre più spesso in una specie di limbo, con aggressioni e violenze di ogni tipo a danno di chi opera nel campo della sanità. Per tale motivo chiediamo un intervento repentino e risolutivo che dia nuova dignità alla sanità in regione, anche attraverso l’ invio dell’ Esercito nelle strutture sanitarie pubbliche del Napoletano, così da garantire l’ incolumità del personale medico ed evitare aggressioni e violenze sempre più frequenti in città”. Scende in campo anche l’ associazione delle guardie particolari giurate che evidenzia, attraverso il presidente Giuseppe Alviti, “la necessità impellente di aumentare le unità di guardie particolari giurate ai pronto soccorso, dotandole ‘ad horas’ di poteri autori tativi e certificativi come la polizia, almeno nell’ orario di servizio espletato”. Infine il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli ha presentato una mozione per “istituire presidi di polizia nei pronto soccorso. Il prefetto e il questore battano un colpo e la magistratura sia più severa con i protagonisti di atti di violenza e di teppismo”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox