22 Dicembre 2010

Servizi, stop solo con preavviso

FRANCAVILLA. La sospensione di luce, gas, acqua, telefono è illegittima se il preavviso non viene notificato direttamente all’ utente, ma rimane in giacenza all’ ufficio postale. Lo afferma il Codacons, rilevando che abitualmente «molti gestori di utenze o società di somministrazione, con una prassi illegittima, procedono alla sospensione o al distacco dell’ utenza anche quando la lettera di preavviso prevista sempre obbligatoriamente per legge, non viene notificata a destinazione». «Per spiegarsi meglio», rileva Vittorio Ruggieri , vice-coordinatore Codacons Abruzzo, «l’ energia elettrica, il gas, l’ acqua o il telefono non possono essere sospesi o distaccati se il preavviso spedito dalla società non viene portato effettivamente a conoscenza del destinatario che deve subire la misura. Nel nostro ordinamento l’ istituto della compiuta giacenza si applica solo agli atti giudiziari spediti a mezzo posta. Al contrario», continua l’ avvocato dall’ associazione a difesa dei consumatori, «la materia inerente l’ espletamento del servizio postale è attualmente disciplinata dal decreto ministeriale dell’ 1 ottobre 2008 che non fa alcun riferimento all’ istituto della compiuta giacenza, limitandosi a prevedere esclusivamente la giacenza degli invii postali mai recapitati presso l’ ufficio postale, di distribuzione per un tempo pari a 30 giorni a decorrere dal mancato recapito. Pertanto, in applicazione di tale normativa la lettera a.r. di preavviso di sospensione o distacco di utenza, trattandosi di atto ricettizio, non può non ritenersi validamente notificata se non viene ricevuta dal destinatario, da familiare convivente o dal portiere. Ne consegue», conclude Ruggieri, «che tutti i distacchi o le sospensioni effettuati senza che il preavviso sia stato recapitato, sono nulle, e danno la possibilità all’ utente di richiedere il risarcimento dei danni subiti per effetto della misura adottata dalla società». Il tutto, secondo il Codacons, indipendente dalla eventuale morosità dell’ utente, che in ogni caso avrebbe diritto a essere rimborsato per il disagio subito. © RIPRODUZIONE RISERVATA.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox