fbpx
15 Dicembre 2002

Servizi: 293 euro a famiglia in più

ROMA. Prezzi alle stelle anche per le tradizionali stelle di Natale. A ?giocare? con le parole ma anche a lanciare una denuncia seria è l?associazione dei consumatori Codacons, che in una nota sottolinea come quest?anno il costo della tradizionale pianta natalizia che rallegra le nostre case durante le festività di fine anno sia lievitato enormemente e, in alcuni casi, più che raddoppiato.
«Gli aumenti – scrive il Codacons – arrivano addirittura al 100%: se lo scorso anno per acquistare una stella di Natale di piccole dimensioni bastavano 10-15.000 lire in qualsiasi negozio di periferia, ora il prezzo delle stesse, esclusa Catania che è risultata la città meno cara, varia dai 6 ai 12 euro». In particolare, la rilevazione dell?associazione segnala Napoli e Milano come le città dove le piantine risultano più care.
Ma l?allarme rincari non si ferma alle spese natalizie. L?Intesa dei consumatori, che raggruppa lo stesso Codacons, l?Adoc, l?Adusbef e la Federconsumatori, guarda al 2003 e mette in guardia i cittadini sul fronte delle tariffe. Secondo le previsioni delle associazioni, infatti, il prossimo anno le famiglie italiane spenderanno per i servizi di pubblica utilità mediamente 293 euro in più, pari a circa l?1% del budget medio familiare. Le stime dell?Intesa parlano infatti di aumenti medi di 18 euro per l?elettricità, di 24 euro per il gas, di 10 euro per l?acqua, di 35 euro per i viaggi in treno, di 36 euro per quelli in autostrada, di 15 euro per il servizio della nettezza urbana, di 3 euro per il canone Rai, di 100 euro per l?Rc Auto e di 52 euro per i servizi bancari.
Intanto, è prevista per giovedì prossimo, alle 14, l?audizione del commissario alla concorrenza Ue, Mario Monti, «sull?andamento delle dinamiche dei prezzi, delle tariffe e la tutela dei consumatori». L?appuntamento, fissato al Senato davanti alle commissioni attività produttive di Montecitorio e di palazzo Madama, si svolge nell?ambito di un?indagine conoscitiva del Parlamento. Quello dei prezzi è, infatti, uno dei problemi più sentiti dai consumatori ma anche dai loro pubblici rappresentanti, per cui una riflessione sul fenomeno degli aumenti è quanto mai opportuna. Ed è proprio quello che intende fare il 19 dicembre il commissario europeo Monti.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox