24 Dicembre 2019

Sequestrati fuochi d’artificio illegali

denunciato un ambulante di 32 anni con cinque chili di esplosivo, in casa aveva anche hascisc
SEREGNO (gza) Nel bagagliaio dell’ auto scoperti e sequestrati botti illegali: ben quarantasei fuochi d’ artificio, le cosiddette «cipolle», ciascuna del peso di 115 grammi per un totale di cinque chilogrammi e mezzo di esplosivo. Lunedì della scorsa settimana, prima delle 6, durante un normale controllo stradale i Carabinieri hanno fermato in via Solferino un’ auto, modello «Daihatsu Terios». Alla guida un esercente ambulante di Cambiago, 32en ne, coniugato e incensurato. Nella vettura i militari del Radiomobile hanno trovato i fuochi d’ artificio non conformi. Il materiale illegale poi è stato fatto brillare presso la cava «Borgonovo» fra Verano e Carate ad opera della squadra degli artificieri del Nucleo investigativo di Milano, chiamati a supporto dei colleghi locali. Nella successiva perquisizione domiciliare, i militari dell’ Arma hanno anche rinvenuto una dozzina di grammi di marijuana per uso per sonale dell’ esercente nel settore dello street food. Il 32enne è stato denunciato in stato di liberà all’ Autorità giudiziaria con l’ accusa di fabbricazione, vendita, detenzione e trasporto di giochi non in libera vendita. Sulla vicenda è intervenuto anche il Codacons, il Coordinamento di associazioni per la tutela dell’ ambiente e dei diritti di utenti e consumatori. «È necessario tutelare l’ incolumità dei cittadini e degli animali domestici – com menta il presidente Marco Donzelli – Secondo recenti studi, i fuochi d’ artificio sono molto pericolosi e dannosi non solo per uomini e animali ma anche per l’ ambiente. Si tratta di polveri sottili fini emesse dagli spettacoli pirotecnici, che possono peggiorare malattie esistenti e provocarne delle nuove. Per tali ragioni la nostra associazione presenta un esposto alla Procura della Repubblica» conclude il Coordinamento.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox