fbpx
9 Novembre 2007

Senza luce, chiude il metrò a San Giovanni

Ancora un guasto sulla linea A: niente illuminazione, si bloccano anche le scale mobili
Senza luce, chiude il metrò a San Giovanni
I pompieri fanno evacuare i passeggeri, paralizzata per un`ora la stazione

Blackout all`ora di punta. Tutto buio, spente le insegne, le biglietterie e le scale mobili. Per poco meno di un`ora, ieri pomeriggio, la stazione San Giovanni della linea A della metropolitana è rimasta chiusa al pubblico per un`improvvisa mancanza di energia elettrica. In quel momento, erano da poco passate le 18, nel sottosuolo si trovavano alcune decine di viaggiatori in attesa dell`arrivo dei convogli: vigili del fuoco e polizia sono intervenuti per evacuare la stazione e scongiurare qualsiasi episodio di panico. Un altro inconveniente dopo quello dell`altro ieri, durato invece tre ore, che ha bloccato sempre la metro “A“ fra le stazioni Arco di Travertino e Anagnina. Anche in quell`occasione si sono verificati disagi per i passeggeri che sono stati fatti scendere e camminare sui binari per raggiungere la fermata più vicina. Come è accaduto anche ieri pomeriggio, a disposizione degli utenti sono state messe a disposizione delle navette sostitutive. Ma in piazzale Appio non sono mancati momenti di tensione per viaggiatori arrabbiati a causa dell`ennesimo stop delle corse. La situazione è tornata alla normalità solo alle 19, con il ripristino della corrente e elettrica e la conseguente riapertura della stazione. Sempre ieri pomeriggio un breve black out ha interessato anche la stazione Trastevere, ma senza gravi conseguenze per la circolazione ferroviaria. E intanto il gruppo di Forza Italia ha chiesto “una discussione sulla sicurezza nelle stazioni della metropolitana“, con un ordine del giorno in consiglio comunale. I consiglieri azzurri Michele Baldi e Pasquale De Luca hanno ricordato che “il comune spende 30 milioni di euro all`anno per la vigilanza “ e chiesto all`assessore comunale ai trasporti Mauro Calamante “di intervenire per fare in modo che la vigilanza sia adeguata, che Met.Ro crei condizioni migliori per il trasporto e che l`incolumità dei passeggeri venga adeguatamente tutelata“. Solo pochi giorni fa, sul sito “Youtube“ sono apparse le immagini di alcuni ragazzi che saltavano, cantavano e giocavano sui binari della metro “A“, nonostante il pericolo di essere travolti dal treno. Il 16 ottobre scorso, invece, a causa di un principio d`incendio nella stazione Arco di Travertino, i convogli sono stati fermati e i passeggeri i invitati a uscire immediatamente. Il servizio è ripreso solo dopo due ore. Nel pomeriggio di quello stesso giorno un nuovo blocco: questa volta per il suicidio di una donna che si è gettata sotto il treno. Allora il Codacons chiese a Met.Ro “di rimborsare i passeggeri coinvolti nell` incidente e di predisporre tutte le misure atte ad evitare il ripetersi di guasti sulla linea“. Tensione alla fermata con i viaggiatori infuriati per l`ennesimo stop alle corse.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox